FORMIA, ASILO ''LA VECCHIA QUERCIA'': LA CGIL PRECISA SULL'ACCORDO OCCUPAZIONALE

*Giulio Morgia*
*Giulio Morgia*

“Se è stata trovata una soluzione alla vicenda occupazione delle dodici lavoratrici dell’asilo “La Vecchia Quercia” di Formia, questo lo si deve solo e soltanto allo stoicismo delle operatrici”. Così Giulio Morgia, segretario provinciale della Cgil risponde al sindaco Michele Forte che giusto ieri aveva rivendicato un ruolo rilevante di mediazione nella vicenda.

“Come noto – sottolinea Morgia – nell’accordo firmato con riserva non sono stati rispettati i livelli di provenienza, le competenze economiche, le ore di servizio. Nel dettaglio c’è stata una riduzione del livello da D3 a D2 con conseguente abbattimento della busta paga di ogni operatrice di circa 250 euro lordi e, inoltre, si è passati da 27 a 22 ore lavorative settimanali. E ancora rileviamo la cancellazione del mese di agosto per cui il contratto è spalmato su undici mesi e non dodici. Il che – prosegue –, quando il Comune chiederà l’esecuzione della settimana prescolastica ad agosto, ci fa porre l’interrogativo su chi sarà chiamato a svolgerla considerato che le operatrici non sono coperte in quel periodo. Interinali come avvenuto nel delicato passaggio tra le coop la settimana scorsa. O la coop subentrata obbligherà le dodici operatrici a rientrare una settimana prima?”.


Il commento successivo del sindacalista non lascia spazio a interpretazioni: “In questa delicata vicenda il Comune non ha svolto fino a ora il ruolo di garante a cui per legge avrebbe dovuto adempiere facendo prima rispettare l’articolo 15 dell’appalto ove si afferma che “al personale non potrà, in nessun caso, essere applicato un trattamento retributivo e previdenziale inferiore a quello goduto alla data di passaggio di gestione”, quindi l’accordo siglato in Comune”.

E anche nei confronti della coop subentata, la Le.Sa.Sca. per conto del Consorzio Intesa, le parole non sono più tenere: “Ogni qual volta si è affrontata la questione, e ancora non ci è stata prospettata una data di convocazione per discutere di stipendi, straordinari, monte ore, il mese perso di agosto, la coop, attraverso il proprio legale, ci ha posto un problema economico dimenticando che il costo del lavoro è parte integrante e fondamentale dell’appalto. Se, quindi, sussiste questo problema, perché ha partecipato all’appalto? Perché il primo cittadino non lo sottolinea?”.

E, infine: “Al di là di questo, per salvaguardare del tutto l’integrità dei bambini, non era più opportuno effettuare questo trasferimento a luglio o agosto considerato che tutte le masserizie interne sono state cambiate?”.

In ultimo l’auspicio che “la coop subentrata possa ripensare ad alcune scelte fatte fino a ora”. Anche perché, allo stato, la Cgil continua a valutare l’ipotesi impugnazione del contratto che potrebbe avvenire in ogni momento, creando un ulteriore nuovo caso sulla gestione dell’asilo.

 

IL COMUNICATO DEL COMUNE:

ASILO NIDO “ LA QUERCIA”, I SERVIZI SOCIALI INCONTRANO I GENITORI

comune formiaGli assistenti ed i funzionari dell’ufficio comunale servizi sociali hanno incontrato nel pomeriggio di ieri i genitori dei bambini dell’asilo nido “La Quercia”. Alla riunione – svoltasi alla presenza dell’assessore al ramo Giuseppe Treglia – sono intervenuti anche i responsabili della coop Le.Sa.Sca.

“E’ stato un incontro positivo – ha dichiarato l’assessore – che valorizza e  mette in primo piano il ruolo attivo e propositivo avuto in questa vicenda  dai servizi sociali, un impegno rivolto a garantire il servizio e nello stesso tempo a tutelare i bambini. Ai genitori è stato chiarito ed illustrato, da parte dei vertici del Consorzio, la continuità gestionale di un modello educativo e pedagogico aperto al contributo propositivo e migliorativo dei genitori. A tal riguardo il comitato di gestione della coop ha fissato per  il 13 giugno un’assemblea informativa con le famiglie finalizzata proprio a definire tutti gli aspetti organizzativi della gestione”.

I genitori al termine dell’incontro si sono dichiarati soddisfatti dei chiarimenti e delle rassicurazioni ricevute.
Un ruolo rilevante sulla vicenda ha avuto il sindaco Forte, impegnato in un’azione di mediazione e concertazione  con il Consorzio Intesa, il sindacato della CGIL e le dodici educatrici.

*Michele Forte*
*Michele Forte*

Incontri che hanno evidenziato la sensibilità, l’attenzione ed il ruolo del sindaco nell’assicurare non solo la gestione didattica ed educativa all’interno dell’asilo ma soprattutto a salvaguardare la continuità del lavoro nei confronti delle dodici  dipendenti attualmente impiegate.

“Compito del Comune – afferma il primo cittadino –  era quello di garantire il servizio, privilegiando ed assicurando l’azione educativa e la tutela nei confronti dei bambini in uno spirito di massima collaborazione, sinergia e trasparenza con le famiglie”.

LA VICENDA

***ARTICOLO CORRELATO*** (Regione Lazio, Forte: “In arrivo 18 nuovi asili” – 16 gennaio 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo ”Le Querce”: il Tar respinge il ricorso della coop ”Giardini d’Infanzia – 22 febbraio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Formia, asilo “Le Querce”: dopo la vittoria al Tar, il Consorzio Intesa prepara la diffida per il Comune – 23 febbraio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo Le Querce: la Giardini d’Infanzia ricorre al Consiglio di Stato – 27 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo Le Querce: la precisazione della coop Intesa – 28 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo Le Querce: nuova diffida al Comune. Il Consiglio di Stato decide il 7 maggio – 22 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, affidamento asilo Le Querce: i genitori tengono i bambini a casa – 24 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo “La Vecchia Quercia”: il Consiglio di Stato respinge il ricorso. “Giardini d’Infanzia” chiede al Comune l’annullamento della gara – 10 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, gestione asilo “La Vecchia Quercia”: botta e risposta tra una mamma e il legale della coop subentrante – 18 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo “La Vecchia Quercia”: raggiunto l’accordo per il reintegro delle operatrici. La Cgil lo impugnerà – 23 maggio -)