TERRACINA, L'AMMINISTRAZIONE COMMENTA I DATI ARPA SULLE ANALISI DELLE ACQUE

TERRACINA, L'AMMINISTRAZIONE COMMENTA I DATI ARPA SULLE ANALISI DELLE ACQUE

Spiaggia_Terracina_mI dati resi noti dalla Regione Lazio “Area conservazione qualità ambiente”, dietro accurate analisi svolte da Arpa Lazio, rappresentano anche quest’anno un ottimo viatico e confermano, di fatto, il grande lavoro che si sta compiendo per rendere sempre più balneabile il mare terracinese.

I dati rilevano due criticità per la balneazione, peraltro ridotte di centinaia di metri, la prima si trova nei 250 metri della sponda  sinistra e destra del fiume Portatore, la seconda riguarda la diga foranea del Porto nei 1.300 metri alla sinistra del Fosso Canneto.

La Regione Lazio ha inoltre dichiarato idonee alla balneazione le elencate zone:

– Dal confine con il Comune di San Felice Circeo a mt. 1000 sx fiume Portatore;
– Da 1000 mt. Sx fiume Portatore a 250 mt. Fiume Portatore;
– Da 250 mt. Fiume Portatore a 1300 mt. Fiume Portatore;
– Da 1300 mt. Dx fiume Portatore a diga foranea del porto di Terracina;
– Da 1300 mt. Sx Fosso Canneto a confine Comune di Fondi.

Su tutti gli altri tratti di mare le acque di balneazione continuano lo straordinario passo in avanti, tanto da continuare a essere definite eccellenti.

E’ doveroso rilevare che il divieto di balneazione non è dovuto all’insalubrità delle acque del mare, ma esclusivamente perché nei pressi delle foci la legge dispone la navigazione delle barche a motore. Attività incompatibile con la sicurezza della balneazione.

Al di là delle vicissitudini amministrative, prosegue il notevole lavoro del sindaco, Nicola Procaccini, che in questi giorni ha assunto su di se le competenze degli assessorati.

Altro impulso positivo alla gestione operato dal sindaco Procaccini riguarda il riassetto degli impianti semaforici insistenti all’interno del centro urbano, diversi dei quali lasciati storicamente nel completo abbandono.

Alla ditta incaricata del servizio di gestione e manutenzione ordinaria degli impianti di pubblica illuminazione e semaforici è stato comunicato di rimuovere con urgenza quelli posti all’intersezione tra via Derna e viale della Vittoria.

In seguito la stessa ditta dovrà rendere efficienti gli impianti dell’incrocio di via Roma – via Derna, via Roma – piazza G. Antonelli, via Traiano – via del Porto, via Badino – via Friuli Venezia Giulia.

Saranno inoltre posti 10 regolatori di flusso luminoso, 140 moduli di telecontrollo da quadro, la fornitura di 20 nuovi quadri elettrici, 32 pali della pubblica illuminazione, 3991 corpi illuminanti con altri di tipo a LED, per una spesa totale di 2.226.686,00 euro.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]