CISTERNA, L’ARTE DELL’INTERCULTURA INCONTRA GLI STUDENTI DEL CAETANI

CISTERNA, L’ARTE DELL’INTERCULTURA INCONTRA GLI STUDENTI DEL CAETANI

ArteMigrante1Come una giornata di intercultura può trasformarsi in una festa dove non esistono differenze ma solo il piacere dello stare insieme. Nell’ambito del percorso interculturale avviato all’interno dell’Istituto Comprensivo Leone Caetani di Cisterna, lunedì scorso, nel palazzetto dello sport nel quartiere San Valentino, si è tenuto un incontro con i minori migranti della Tunisia che, approdati nel 2011 a Lampedusa, sono a tutt’oggi ospiti a Cisterna nell’ex albergo, oggi casa famiglia, La Pergola in località Olmobello.

Ad animare l’incontro sono stati i ragazzi del gruppo di teatro-musicale ArteMigrante, con le voci e regia di Kacem Younssi e Lavinia Bianchi, le percussioni curate da Andrea Vita e Juned, la chitarra ed armonica suonate da David Di Carmine.

Non si è trattato di un’esibizione ma di una interazione tra i ragazzi del centro minori La Pergola e gli studenti delle scuole Caetani. Sulle note del celebre “Stand by me” in una originale versione interculturale, Mohamadou ha introdotto il gruppo; quindi i ragazzi del centro minori si sono esibiti con canti e ritmica su brani celebri e trascinanti come “La canzone del sole”, “Aida”, “Spendi-spandi-effendi”, “Purrush”, “Lontano”, “Crazy” ed uno free-style.

“L’intercultura – ha detto il dirigente scolastico Patrizia Pochesci – fatta non solo a parole ma con esperienze dirette. Occorre soprattutto ‘scoprire’ gli altri ed abbattere il muro che ci divide attraverso il linguaggio universale della musica, del teatro, dell’interazione. Le relazione vere, quelle che ti formano, si realizzano con l’incontro reale tra le persone. Per questo abbiamo organizzato questa giornata dove le diverse culture confluiscono in un unico grande stare bene insieme”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social