MATERIALE BELLICO RINVENUTO IN MARE A GAETA, INTERDETTA UN'AREA DI 16MILA METRI QUADRATI

MATERIALE BELLICO RINVENUTO IN MARE A GAETA, INTERDETTA UN'AREA DI 16MILA METRI QUADRATI

Capitaneria di porto Gaeta (6)Stamane nel corso di una operazione di salpamento di materiale sommerso, l’Operatore Tecnico Subacqueo del porto di Gaeta Salvatore Gonzales ha individuato dei residuati bellici nel tratto di mare davanti alla Banchina Caboto.

Ll’area è stata immediatamente sgomberata. In particolare, sono state rinvenute tre bombe, presumibilmente di cannone modello Cavalli (dal Generale Cavalli ideatore del tipo di bomba), risalenti alla 1^ Guerra Mondiale.

Inoltre, anche un proietto di cannone, risalente alla Seconda Guerra Mondiale.

Dopo aver interessato la competente Prefettura di Latina, la Capitaneria di porto di Gaeta ha provveduto a emanare l’Ordinanza di interdizione dello specchio d’acqua interessato, pari ad un’area di circa 16000 metri quadrati.

La operazione recupero/brillamento degli ordigni verrà effettuata a cura degli artificieri della Marina Militare; per la tipologia del materiale rinvenuto, potrebbero emergere aspetti interessanti dal punto di vista storico.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social