PROGETTO COMENIUS, UNA DELEGAZIONE DELL’ISTITUTO “SAN TOMMASO D’AQUINO” IN LETTONIA

PROGETTO COMENIUS, UNA DELEGAZIONE DELL’ISTITUTO “SAN TOMMASO D’AQUINO” IN LETTONIA

piazza priverno.phpProseguono le attività didattiche dell’istituto comprensivo “San Tommaso D’Aquino” di Priverno che già da tre anni è inserito nel progetto europeo “Comenius”.

Questa mattina una delegazione della scuola, composta da insegnanti e studenti, è partita per la Lettonia dove prenderà parte alle attività del progetto di durata biennale dal titolo “Let’s explore the earth with children and let’s to save it”. Si tratta in particolare di un lavoro nell’ambito del quale vengono presentati alcuni elementi della natura quali piante, animali, minerali e suoni, caratteristici di ogni singolo paese partecipante.

Per la “San Tommaso d’Aquino” si tratta del terzo viaggio visto che negli anni scorsi il gruppo di studenti e insegnanti di Priverno è già stato in Polonia (dove il progetto è stato ideato) e in Spagna, dove nell’ottobre dello scorso anno sono state individuate le singole tappe del lavoro da portare avanti. Adesso è la volta della Lettonia e della città di Kolka, che si affaccia sul golfo di Riga, che il 9 maggio ospiterà la festa dell’Europa. I bambini che stanno lavorando direttamente al progetto sono alunni delle classi quarte e quinte dei plessi di Ceriara e Madonna del Calle, con la partecipazione di secondo piano  di tutti gli altri, compresa la scuola dell’Infanzia.

Lavori e risultati del progetto vengono inseriti all’interno di una piattaforma dedicata che si chiama TWINSPACE del network e-twinning ed esiste inoltre un gruppo chiuso facebook dove tutti i protagonisti condividono video e immagini.

Il progetto “Comenius” si pone come obiettivo quello di sviluppare la conoscenza e la comprensione delle diversità culturali e linguistiche europee aiutando i giovani ad acquisire la competenze di base necessarie ai fini dello sviluppo personale, dell’occupazione e della cittadinanza europea attiva.

L’ottica è dunque quella di incrementare la mobilità e gli scambi di allievi e personale docente dei Paesi partecipanti migliorando la partnership tra istituti scolastici di Stati membri e incoraggiando l’apprendimento delle lingue straniere.

Una sfida che l’istituto “San Tommaso d’Aquino” ha raccolto e sulla quale si sta impegnando con allievi e insegnanti.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social