TERRACINA, IL SESTANTE E L'AUTODETERMINAZIONE CIVICA

TERRACINA, IL SESTANTE E L'AUTODETERMINAZIONE CIVICA

terracina-veduta-aereaLiberare spazi, determinare nuovi sistemi di relazione e rappresentanza, nuove soggettività politiche. Temi centrali del seminario de Il Sestante di Terracina tenutosi domenica e che ha avuto tante adesioni. L’incontro è stato trasmesso in diretta streaming sul sito www.ilsestantediterracina.it con la possibilità per chi stava davanti a un pc, tablet o mobile, di seguire i lavori.

Circa due ore di analisi, interventi, proiezioni slide, partendo da un focus sui tanti movimenti, comitati, associazioni particolarmente attive, sorti sul territorio negli ultimi anni. Un elenco lungo che conferma un fenomeno, quello dell’autodeterminazione civica per rappresentare istanze e prospettare soluzioni dove la politica e le istituzioni non sono mai arrivate. Dal polo trasporti ai parchi pubblici, dai quartieri degradati all’imponente patrimonio storico e archeologico del centro storico alto, una sequela di questioni rimaste inascoltate che confermano una distanza siderale tra cittadini ed eletti.

E nella testimonianza dei movimenti non poteva mancare l’ultima petizione contro il mega appalto dei rifiuti promossa dagli organizzatori dell’evento insieme a Wwf e Ascom. “Un appalto oneroso per la città” come emerso nel corso dei lavori, e per giunta gestito con poca trasparenza. Ancora non si sa bene quando si riunirà la commissione aggiudicatrice e quante ditte sono rimaste in gara. Sembra che da quattro siano passate a due. Ma Il Sestante domenica è andato oltre proponendo una gestione alternativa all’esternalizzazione, ovvero in economia diretta che farebbe risparmiare al Comune soldi ed evitare che le famiglie e le attività commerciali subiscano oneri ormai insostenibili. Una via percorribile con competenza e attenzione. In questi ultime settimane il sindaco Nicola Procaccini sta governando il Comune con una giunta di emergenza a tempo determinato, frutto di una crisi politica incomprensibile ai più, perché non giocata su temi specifici ma su pesi e rapporti di forza. “Continuano a non accorgersi di quanto le cose intorno a loro stiano cambiando”, la sintesi politica del seminario.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]