FORMIA, RAPINA E AGGRESSIONE ANCORA AL DISTRIBUTORE DEL CENTRO COMMERCIALE ITACA

FORMIA, RAPINA E AGGRESSIONE ANCORA AL DISTRIBUTORE DEL CENTRO COMMERCIALE ITACA

foto(2)Ancora un agguato al distributore di benzina dell’ipermercato Itaca a Santa Croce a Formia. Dopo il furto con scasso di contanti sottratti dai distributori automatici il 25 aprile scorso, grazie all’ausilio di un flex per scardinare le colonnine delle banconote, nella serata di sabato è avvenuta una rapina ai danni di una dipendente del distributore.

Erano circa le 20 e 30 di sabato quando la donna, come d’abitudine, una volta raccolto l’incasso della giornata dalla cassa si stava recando presso la filiale della banca Carige per depositarlo. A quel punto due uomini coi visi occultati da un passamontagna e da un casco l’hanno aggredita prima che arrivasse all’interno del centro commerciale trascinandola per alcuni metri allo scopo di depredarla del denaro che aveva con sé. Circa 1600 euro il bottino più altri contanti che la vittima aveva nel suo portafoglio e, in virtù del fatto che fosse il 27 del mese, anche l’assegno mensile avuto come retribuzione del suo lavoro.

Ancora alcuni avventori si aggiravano a quell’ora nei pressi del luogo dell’aggressione senza che nessuno pare sia intervenuto in soccorso della donna. La vittima a quel punto scossa da quanto accaduto ha informato le guardie giurate che presidiano il centro commerciale e che a loro volta hanno chiesto l’intervento della polizia.

Insomma un agguato in piena regola anche se le prime indagini condotte dalla polizia sembrerebbe possano ricondurre a soggetti diversi da quelli che effettuarono il furto alla collonnina “fai da te” e a una delle due casse la notte tra il 25 e il 26 aprile.

Infatti nel primo caso, secondo le modalità di intervento e scasso, si sta ipotizzando trattarsi di un gruppo specializzato, forse proveniente dalla Toscana, nel depredare le colonnine dei distributori automatici come avvenuto anche a Sezze e a Pomezia. Nell’evento di sabato l’ipotesi che sta prendendo maggiormente quota nelle ultime ore è quella di soggetti provenienti dal napoletano.

Sta di fatto che con buona probabilità, visto la preparazione del blitz, i criminali abbiano studiato i movimenti della vittima con dei sopralluoghi fatti nei giorni precedenti. E allora diventano di fondamentale importanza a questo punto le immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza non solo in dotazione al distributore, ma anche di quelle montate all’ingresso del centro commerciale.

Per la donna oltre allo spavento sono arrivati dopo tre giorni di prognosi, in seguito ai controlli effettuati al pronto soccorso del Dono svizzero di Formia, per guarire dalle contusioni provocate dagli aggressori. Intanto gli avvocati della vittima Francesco Ferraro e Daniele Lancia hanno preannunciato la costituzione di parte civile in attesa che possa iniziare il processo e che quindi le indagini in corso possano andare a buon fine nell’identificazione dei colpevoli.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]