TERRACINA, LA CONDOTTA SLOW FOOD PARLA DI RISTORAZIONE DI ALTA QUALITA'

TERRACINA, LA CONDOTTA SLOW FOOD PARLA DI RISTORAZIONE DI ALTA QUALITA'

logoLa Condotta Slow Food di Terracina ha da poco concluso un ciclo di incontri durato più di un anno con quelli che ritiene essere i migliori interpreti della ristorazione di qualità nel nostro territorio. La Condotta ha incontrato 9 tra chef e ristoratori che ci hanno proposto dei menù per delle cene di altissimo livello, dimostrando che il nostro territorio offre, oltre che una grande varietà di prodotti d’eccellenza, anche dei validi professionisti che con la loro passione, l’ impegno, la creatività e l’ accoglienza si propongono, non solo come ambasciatori del gusto e delle tradizioni locali, ma anche delle bellezze delle nostre terre.

Essendo convinti che la ristorazione di qualità del nostro territorio sia un patrimonio che deve essere tutelato e valorizzato, abbiamo organizzato, per lunedì 29 aprile, dalle ore 16.30 alle ore 18.30, presso il ristorante “Il Grappolo d’Uva”, una tavola rotonda sul tema “La Ristorazione di qualità nel nostro territorio, quale futuro?”.

Aprirà i lavori il sindaco di Terracina Nicola Procaccini, interverrà il sonsigliere nazionale di Slow Food Italia Stefano Asaro, modererà il Fiduciario Danilo Mastracco. Parteciperanno: Angelo Cencia e la moglie Egle del ristorante “ La Lanterna”; Nazareno Fontana con la moglie Rosalba del ristorante “Il Caminetto”; Luigi Sarra con la moglie Mimma del ristorante “Bottega Sarra”; Bruno Feudi con la moglie Carla del ristorante “ Il Veliero”; Massimo Masci con la moglie Ivana dell’ ‘Enoteca St.Patrick”; Luca Ciamberlano con la moglie Daniela dell’ hostaria “Il Granchio”; Maurizio De Filippis del ristorante “Riso Amaro” di Fondi; Fausto Ferrante del ristorante “Da Fausto” di Sperlonga; Simone Nardoni del ristorante “Essenza” di Pontinia.

Dalle 19.30 sulla suggestiva terrazza del ristorante ‘Grappolo d’Uva’, alla presenza del delegato al Turismo del Comune di Terracina Ubaldo Fusco, di Roberto Muzzi, responsabile dei Mercati Slow Food Lazio e dei produttori del nostro territorio che hanno aderito al progetto sottoscrivendo il Protocollo d’Intesa, sarà ufficializzata la nascita del “Mercato della Terra e del Mare di Terracina”.
La formula è semplice: i pescatori, gli agricoltori, gli ortolani, i produttori provenienti da Terracina e dai paesi limitrofi, saranno presenti di persona per proporre i loro prodotti direttamente ai consumatori. Il mercato diventa un luogo di incontro nel quale i produttori locali presentano i loro prodotti, illustrandone le caratteristiche, i processi di lavorazione e le peculiarità che li contraddistinguono rispetto a quelli della grande distribuzione.
Ogni prima domenica del mese, a partire dal 5 maggio, in via del Rio si terrà un “Mercato a chilometro zero” nel quale i consumatori, i ristoratori, i cittadini di Terracina, potranno trovare, a due passi da casa, un’ampia varietà di frutta e verdura fresca, conserve, carni, pesce, prodotti caseari, miele, confetture, olio, vino, birra e ogni prodotto che appartiene alla cultura alimentare locale.

La serata proseguirà con una cena dal tema “Il mercato in tavola’  con il menù, ideato da Arturo e Leonardo De Simone titolari del ‘Grappolo d’Uva’, ispirato dai prodotti del nostro territorio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social