ARTISTI POLACCHI IN VISITA A CORI: CONTINUA IL SODALIZIO CON OŚWIĘCIM, CITTA’ DELLA PACE

coriArtisti polacchi di Oświęcim in visita nella città d’Arte per condividere e rafforzare i rapporti interculturali tra i due comuni. I pittori del “Grupa na Zanku”, le cui opere rimarranno esposte fino al 26 aprile all’Istituto Agrario “San Benedetto” di Borgo Piave (Latina), sono attesi a Cori domani mattina, intorno a mezzogiorno. Con loro una delegazione del Sindaco Janusz Chwierut (Vice Sindaco, responsabile alla cultura e collaboratore per i rapporti internazionali) e i colleghi del Gruppo “La Mimosa” di Cisterna di Latina, uniti da una sorta di gemellaggio artistico.
Ad attendere la comitiva condotta da Pietro Vitelli, membro della Direzione Nazionale dei Consigli dei Comuni e delle Regioni d’Europa (AICCRE), che da quasi mezzo secolo ha rapporti con la Polonia dove mantiene numerose amicizie, ci saranno il Sindaco di Cori Tommaso Conti e il suo Delegato alla Cultura e Presidente del Consiglio comunale Roberto De Cave. Qui è prevista una visita guidata all’interno del Complesso Monumentale di Sant’Oliva e del Museo della Città e del Territorio, a cura dell’Associazione Culturale Arcadia.
Un’occasione in più per arricchire di cultura il già antico sodalizio tra Italia e Polonia e rinnovare il rapporto di amicizia tra le città di Cori e Oświęcim. Un legame che affonda le sue origini nel 1996 quando l’allora primo cittadino Pietro Vitelli avviò nella capitale della Grecia i primi contatti col suo collega polacco, in occasione della firma della Carta dell’Acropoli di Atene per la pace nel mondo e la dignità umana. In seguito le occasioni di incontro tre le due comunità non sono mancate. Solo nel corso delle ultime due legislature gli studenti delle scuole medie locali hanno partecipato per sei anni consecutivi al Viaggio della Memoria al Campo di concentramento di Auschwitz. L’Amministrazione corese ha contribuito all’edificando Tumulo della Memoria e della Riconciliazione in ricordo delle vittime del genocidio nazista nei pressi del campo di sterminio. Nel 2010 una rappresentanza istituzionale e di giovani della cittadina polacca ha fatto visita alla città di Cori, partecipando anche ad un Consiglio comunale aperto. A cavallo tra agosto e settembre 2013 il Sindaco Tommaso Conti è stato invitato a partecipare alla festa per la nascita ufficiale della città di Oświęcim (3 settembre), accompagnato dal folklore corese della bandiera degli Storici Sbandieratori delle Contrade e degli Sbandieratori Leone Rampante.