FORMIA, TENTATA CORRUZIONE DI UN CARABINIERE: CONDANNATO A SEI MESI

FORMIA, TENTATA CORRUZIONE DI UN CARABINIERE: CONDANNATO A SEI MESI

*Lo stupefacente e il denaro sequestrato all’epoca dell’arresto*

Sei mesi di condanna per tentata corruzione di un maresciallo dei carabinieri di Formia che insieme ai colleghi, al termine di un’accurata indagine, lo aveva trovato in possesso di circa cinque chili di hashish. Così per il 27enne Giovanni P., difeso dall’avvocato Pasquale Cardillo Cupo, di fronte al Tribunale collegiale di Latina, presieduto dal giudice Aielli, che lo ha giudicato.

Due anni era stata la richiesta del pm in aula Gregorio Capasso. Dall’altro lato l’avvocato difensore ha spiegato come l’offerta di seimila euro al maresciallo dei carabinieri da parte del proprio assistito fosse dettata principalmente dalla paura. Alla fine, il Tribunale ha solo parzialmente accolto la richiesta dell’accusa. Per lo spaccio il 27enne era già stato condannato in altro processo, mediante patteggiamento, a tre anni.

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Maxi sequestro di droga a Formia: 27enne in manette. Tenta di corrompere i carabinieri – 1 luglio 2011 -)

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social