IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, CONTROLLI DI CARABINIERI E POLIZIA A FORMIA

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, CONTROLLI DI CARABINIERI E POLIZIA A FORMIA

polizia-formia commissariatoAGGIORNAMENTO – “Monitorare il fenomeno per controllarlo”. Questa la filosofia adottata dal Commissariato di Polizia di Formia, che nei giorni scorsi ha allestito l’ennesima task force per far fronte al problema dei clochard a Formia. Una presenza – quella dei senzatetto per le vie del centro – che assume sempre più i caratteri di un’emergenza.

A dirlo sono i numeri: nella sola giornata di mercoledì gli agenti coordinati dal vicequestore Paolo Di Francia, unitamente al personale della Polizia Municipale e coadiuvati dal centro Caritas di Formia per l’assistenza, hanno identificato oltre 25 persone che abitualmente sostavano davanti negozi e centri commerciali, bivaccando o dormendo in spazi pubblici quali la darsena Mola, il Ponte Tallini e Multipiano delle Poste.

Senza considerare gli accertamenti eseguiti successivamente dai Carabinieri della compagnia di Formia, anche loro impegnati nel medesimo servizio. Sulla base dei controlli eseguiti dalla Polizia, sono stati emessi 4 fogli di via nei confronti di altrettanti romeni, in quanto già gravati da precedenti di polizia. Per altre 4 persone provenienti dall’Africa settentrionale, invece, sono state avviate le pratiche per l’espulsione perché risultate irregolari sul territorio nazionale. Mentre altre 3 sono state invitate a regolare la loro posizione. L’intervento si è reso necessario dopo le rimostranze di diversi commercianti del centro urbano, che si erano rivolti agli uffici di via Olivastro Spaventola per tentare di trovare una soluzione alla presenza, talvolta molesta, dei clochard davanti ai negozi.

Soltanto sabato sera, infatti, era scoppiata una rissa tra i senzatetto per chi dovesse stazionare all’ingresso dell’Orlandi Shopping Center. Di episodi come questi se ne registrano tanti, così come tante sono state le operazioni di polizia per cercare di contenere il fenomeno. Purtroppo in mancanza di una politica seria, mirata ad offrire un’assistenza concreta a chi vive in tali condizioni di disagio, Formia continuerà ad essere meta di vagabondaggio. E motivo di ulteriori operazioni della polizia, con il risultato di disperdere risorse umane preziose per il contrasto alla vera criminalità.

 

COMUNICATO STAMPA CARABINIERI

carabinieri formiaNei giorni 11 e 12 aprile 2013, i Carabinieri della Compagnia di Formia, unitamente alla Polizia di Stato hanno messo in atto un dispositivo di controllo in materia di immigrazionne clandestina e di controllo delle persone straniere presenti sul territorio formiano senza fissa dimora. Complessivamente sono stati identificate dai Carabinieri 15 persone, di cui una sola irregolarmente presente in Italia.

L’uomo di nazionalità nigeriana e già gravato da un ordine di allontanamento dall’Italia da parte della Questura di Frosinone, è stato deferito in stato di libertà per violazione della legge sull’immigrazione ed invitato a lasciare il terriotrio nazionale entro 5 gg.

Le restanti persone controllate, la maggior parte delle quali di nazionalita’ rumena, senza fissa dimora e dediti, per conto proprio ad elemosinare, specie in Via vitruvio, sono state sottoposte ad identificazione presso l’edificio di Via Nassirya, risultate in regola sul territorio nazionale ed incensurate.

I controlli dei carabinieri tesi alla prevenzione di stranieri irregolari nel territorio sud-pontino, fenomeno storicamente in crescita con l’apprssimarsi della stagione estiva, continueranno incessanti anche nei prossimi giorni.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social