TERRACINA, ARRIVANO LE RASTRELLIERE PER LE BICI E LA POLEMICA DILAGA

rastrelliere bici.jpgAppena il tempo di montarle ed è subito scoppiata la polemica. A Terracina la protesta…gira sulle due ruote, dopo che nei giorni scorsi sono state montate in centro le famigerate rastrelliere per poter parcheggiare la bici senza intasare il marciapiede, creando disagi a pedoni e carrozzelle. Ma a detta di molti i nuovi aggeggi starebbero creando problemi proprio ai ciclisti che, difatti, continuano a preferire i pali come posteggio. C’e’ chi ha definito la Terracina delle rastrelliere una sorta di maneggio alludendo alle loro misure, soprattutto all’altezza che le farebbe somigliare molto agli ostacoli saltati dai cavalli. Su Facebook, dove la polemica è rimbalzata da un account all’altro, il commento e’ stato univoco: le rastrelliere commissionate dal Comune di Terracina sono troppo alte, parecchio disagevoli per utilizzarle allo scopo. Immediata la replica dell’assessore: “Le misure sono giuste, ce ne sono anche di più alte”.

Secondo qualcuno sarebbe sbagliato anche il sistema d’installazione, avvitate a terra con dei semplici bulloni, tanto che qualcuna ha già ceduto. Gli utenti sono chiari: loro non criticano l’idea, anzi, la plaudono e non vedevano l’ora che la citta’ si dotasse di sistemi simili per favorire una mobilita’ sostenibile, ma temono che si siano sprecati soldi nel realizzare un progetto che aspettavano da tempo. Poi c’e’ anche la questione che le rastrelliere sono state sistemate sulle stesse strisce bianche adibite ai ciclomotori, e si teme che adesso le due ruote a motore, non trovando a disposizione tutto lo spazio di prima lo cerchino altrove, magari sul marciapiede. Oppure, ed è quello che sta avvenendo, i motorini continuano a parcheggiare sulle solite strisce e così le bici non non trovano spazio. Insomma: se prima i ciclisti non avevano vita facile, ora le cose non sembrano migliorate di molto.