A SABAUDIA IL CAMPIONATO ITALIANO DI CANOA E KAYAK DI FONDO

A SABAUDIA IL CAMPIONATO ITALIANO DI CANOA E KAYAK DI FONDO
*Andrea Facchin e Antonio Scaduto*

*Andrea Facchin e Antonio Scaduto*

Sul campo di regata del lago di Sabaudia, sabato 6 aprile (ore 8.30 – 19.30) e domenica 7 aprile (ore 9.00-14.00), si disputerà il Campionato italiano di canoa e kayak di fondo. Un nutrito numero di società parteciperanno con i loro atleti, tra i quali diversi canoisti di valore appartenenti ai gruppi militari delle Fiamme Oro, delle Fiamme Gialle, della Marina Militare e del Corpo Forestale dello Stato. L’organizzazione dell’edizione nazionale è curata dalla Federazione Italiana e Regionale di Canoa Kayak, dal Comune di Sabaudia, dal Centro Remiero della Marina Militare e dal Circolo Canottieri di Sabaudia. E tra i rappresentanti istituzionali sportivi, interverrà il presidente della FICK, Luciano Bonfiglio. Come campo di gara, la parte del lago di Paola antistante il Centro sportivo della Marina, dove è ubicata la torre d’arrivo.

L’intero team sta lavorando alacremente per la riuscita dell’evento canoistico, ed in proposito per il prestigioso appuntamento di sabato 6 e domenica 7 aprile, c’è il diretto impegno del Centro Sportivo della M.M., diretto dal C.V. Antonello Alias, del responsabile federale FICK Gennaro Cirillo, del rappresentante arbitrale Gennaro Silvestri, dell’Ufficio Sport Comunale e del Commissario prefettizio Erminia Ocello, del CONI  e del Circolo Canottieri Sabaudia, presieduto da Marcello Montanari, con la collaborazione degli uomini del Circolo The Core (operativi per la definizione del campo di regata) e dei centri militari sportivi delle FF.GG., delle FF.OO., del CFS.

Per il campionato nazionale della specialità di fondo sono attesi numerosi equipaggi dalle diverse parti d’Italia e per l’occasione dell’avvenimento sportivo, sono stati invitati a presenziare le “vecchie” glorie della canoa, Cesare Zilioli, Francesco La Macchia e Aldo Dezi con gli atleti FF.GG. medagliati a Pechino, Antonio Scaduto e Andrea Facchin.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }