NUOVA TASSA SUI RIFIUTI SOLIDI URBANI E SUI SERVIZI, L'ORDINE DEL GIORNO VOTATO IN PROVINCIA

NUOVA TASSA SUI RIFIUTI SOLIDI URBANI E SUI SERVIZI, L'ORDINE DEL GIORNO VOTATO IN PROVINCIA

via_costaLa Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Latina prende atto con grande soddisfazione dell’approvazione, all’unanimità, dal parte del Consiglio Provinciale di Latina dell’ordine del giorno sulla TARES con la quale si manifestano le gravi criticità scaturenti dalla entrata in vigore, dal prossimo 1 luglio, del nuovo tributo che già oggi ha prodotto “una grave crisi di liquidità dei Comuni della Provincia di Latina”.

L’Ordine del Giorno, assume sostanzialmente tutte le preoccupazioni già manifestate dalla nostra Organizzazione nel corso di varie manifestazioni svoltesi a Latina, con la consegna simbolica delle chiavi ai Sindaci della Provincia di Latina, ed in numerosi altri incontri sul tema che si sono svolti a Formia, a Fondi, a Gaeta, a Terracina ed a S. Felice Circeo.

In questi incontri – alla presenza dei Sindaci e di ampie rappresentanze di tutte le categorie commerciali, del turismo e dei servizi – si era levato un accorato appello alle Amministrazioni Comunali ed alle Forze Politiche tutte affinché fossero sviluppate iniziative atte a scongiurare l’entrata in vigore di questo nuovo tributo, che secondo stime della Confcommercio Nazionale produrrà aumenti che variano dal 310% al 690%, a seconda delle categorie commerciali.

L’Ordine del Giorno del Consiglio Provinciale di Latina – con il quale si auspica formalmente un “intervento d’urgenza” del Presidente del Consiglio dei Ministri che preveda per il 2013, il mantenimento degli attuali regimi di riscossione del servizio di gestione dei rifiuti (Tarsu, Tia 1 e Tia 2) e si chiede inoltre “il rinvio dell’entrata in vigore del nuovo tributo a decorrere dal 1 gennaio 2014” – costituisce quindi un importante pronunciamento dell’Organo di rappresentanza delle Istituzioni Provinciali, che ci auguriamo sia accolto dal Governo e sia sostenuto da tutte le Forze Politiche presenti nel nuovo Parlamento.

“Confcommercio Provinciale di Latina – dichiara il vice presidente Gianni Gargano – nell’apprezzare e condividere la decisione assunta dal Consiglio Provinciale di Latina continuerà la propria mobilitazione sulla problematica con la speranza che sia recepito il grave stato di crisi in cui versano le imprese in conseguenza della persistente e conclamata crisi dei consumi e dell’insostenibile carico fiscale che ha già prodotto nel corso del 2012 la cessazione di numerose attività”.

consiglio provinciale del lazio

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }