CUS PALERMO CORSARO, GEOTER GAETA SCONFITTA 31-26

CUS PALERMO CORSARO, GEOTER GAETA SCONFITTA 31-26
*(foto Enrico Duratorre)*

*(foto Enrico Duratorre)*

Si sperava in un sorriso, invece la Geoter Gaeta saluta per questa stagione il pubblico amico del “PalaAmendola” di Formia a testa bassa. Non è sicuramente stata la miglior partita della compagine biancorossa che, proprio come nel girone di andata, non riesce a spuntarla sul Cus Palermo, facendosi di conseguenza raggiungere al settimo posto in graduatoria a quota 15.

*(foto Enrico Duratorre)*

*(foto Enrico Duratorre)*

Le numerose assenze per infortunio (alle quali si è aggiunta quella di Marciano in corso d’opera per espulsione) e una prova altalenante in fase difensiva hanno condannato la squadra di Onelli, costretta, con rotazioni ridottissime, a rincorrere gli ospiti dal primo minuto in poi, raggiungendo in una sola occasione il pareggio (al 15’ del secondo tempo, 22-22) ma mai il sorpasso. La prima e unica volta in cui i gaetani hanno condotto il match è stato dopo 27’’, con la rete inaugurale dell’1-0 firmata Fritegotto. I siciliani, però, non fanno attendere la replica, siglando con Krasovec (miglior realizzatore a quota 10) Rosso e La Placa l’1-3, che dà inizio alla continua fuga ospite. Al 9’, Onelli riaccorcia le distanze, 3-4, ma gli universitari non mollano la presa, tornando a correre, 3-6 che costringe la panchina locale al time out, e 4-8 al 14’, nonostante gli ottimi interventi di Amendolagine. Il tira e molla prosegue, tanto che la Geoter si ritrova nuovamente lontana di misura, 7-8 al 19’, grazie al veloce contropiede di Fritegotto e alla parata di Amendolagine sul rigore di Krasovec. Una serie di errori in difesa e soprattutto in fase realizzativa, però, frenano i tentativi di rimonta dei padroni di casa, mentre i palermitani rimangono lucidi e concreti, chiudendo il primo tempo sul 10-14.

*(foto Enrico Duratorre)*

*(foto Enrico Duratorre)*

I piani dei biancorossi si complicano dopo 7’ dalla ripresa, quando ai danni di Marciano, a causa di un fallo di reazione, viene estratto il cartellino rosso: la squadra perde così un elemento di esperienza e i cambi a disposizione diventano ancora più esigui. Nonostante tutto, Gaeta stringe i denti e continua a combattere, intanto in campo fa il suo ingresso anche Vincenzo Panariello, al rientro dall’infortunio. Ed è proprio quest’ultimo, aiutato da Antonio, a far riaprire i giochi, tanto che prima viene siglato il 16-17 (8’), e poi il 22-22 (15’). Ma l’illusione non dura molto: la Geoter cala visibilmente, Palermo conquista un parziale di 4-0 e vede nel portiere Errante il proprio elemento più rappresentativo, al 21’ è di nuovo 22-26. Fritegotto tenta la reazione, invece a spingere il piede sull’acceleratore sono ancora i ragazzi di Pezzer, che con un nuovo parziale di 5-0 (23-31 al 28’) chiudono e blindano il risultato, permettendosi il lusso di schierare nei minuti finali anche le leve più giovani. All’ultima sirena, il tabellone segna 26-31.

Nella prossima ed ultima giornata di campionato, prevista per sabato 30 marzo (ore 18:30), la Geoter Gaeta sarà di scena sul campo del Conversano, seconda forza del girone e già qualificata ai playoff.

*(foto Enrico Duratorre)*

*(foto Enrico Duratorre)*

GEOTER GAETA – CUS PALERMO 26-31 (p.t. 10-14)

GEOTER GAETA: La Ferlita, Amendolagine, Cienzo, Punzetti, Scalesse, Marciano 2, Fritegotto 5, Antonio 7, Onelli 3, Panariello M. 2, Martino, Panariello V. 6, Ponticella 1, Ciccolella. All: Paolo Bettini

CUS PALERMO: Andò, Castelli, Errante, Gottuso 1, Ioppolo 2, Laplaca 6, Quaranta A. 4, Rosso 8, Pupillo D, Pezzer, Pupillo F., Krasovec 10. All: Emanuele Pezzer

ARBITRI: Fato – Guarini

NOTE: prima dell’inizio del match, osservato un minuto di silenzio in memoria di Pietro Mennea; al 7’ st espulso Marciano (G), per fallo di reazione.

 

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }