FORMIA, ASSOCIAZIONI COMMERCIANTI PREOCCUPATE DAL PASSAGGIO DA TARSU A TARES

Formia_0011Allarme aumento pressione fiscale per le attività commerciali, turistiche e ricreative per il passaggio dalla TARSU alla  TARES, le associazioni commerciali del Comune di Formia scrivono, e chiedono un incontro, al sindaco Michele Forte, all’assessore al bilancio Raffaele Manna e all’assessore alle attività produttive Raffaele Ranucci.

“Caro Sindaco,


Cari Assessori,

Egregi Capigruppo Consiliari

come è noto, a decorrere dal 1° gennaio 2013, ai sensi e per gli effetti dell’art. 14, del D.L. 6 dicembre 2011, n. 20, convertito nella legge 22 dicembre 2011, n. 214 ss.ii.mm , è stata istituita in tutti  i  Comuni del territorio nazionale  il  nuovo tributo  comunale sui  rifiuti  e  sui servizi, a copertura dei costi relativi al servizio di  gestione  dei rifiuti urbani e di quello relativo ai servizi indivisibili dei comuni.

Tale tributo denominato TARES rischia di diventare una era mannaia per tutte le attività commerciali, turistiche, i pubblici esercizi e specialmente su quelle che hanno grandi superfici come i ristoranti, gli alberghi e gli stabilimenti balneari se non verranno applicate, in sede di approvazione del Regolamento Comunale ex comma 22, dell’art. 14, alcune riduzioni previste dalla norma istitutiva medesima.

Infatti, dopo aver sottoposto agli esperti del settore l’art 14 della legge, si ritiene di dover manifestare la preoccupazione delle categorie nel caso di una non corretta applicazione della norma da parte del Comune di Formia, sul rischio di aumenti insostenibili per le attività che si sviluppano su medie e grandi superfici, già provate dalla crisi economica in atto, per non parlare della grave concorrenza sleale che si verrebbe a creare tra zone turistiche e commerciali omogenee ma appartenenti a comuni diversi.

La TARES rischia inoltre di produrre effetti devastanti su tutto il comparto commerciale della nostra città poiché, secondo le analisi e le simulazioni effettuate dalla FIPE-Confcommercio Nazionale, produrrà aumenti che variano da un minimo del 300% fino al 690%, a seconda della tipologia commerciale e/o della attività.

Per queste ragioni il Regolamento Comunale dovrebbe, a nostro avviso, tener conto di alcune disposizioni che potrebbero garantire la applicazione del tributo in misura più equa e meno impattante su tutte le aziende ed in particolare per quelle che dispongono di grandi superfici.

Si chiede che, in sede di adozione del suddetto regolamento, si valutino quei correttivi che potrebbero contenere gli affetti della TARES applicando le seguenti proposte e tenendo conto dei seguenti elementi di valutazione:

  1. per le attività intestatarie  di grandi superfici le aree andrebbero calcolate in scaglioni di cinquecento metri quadrati oltre i quali stabilire, ex comma 19, dell’art. 14, percentuali di riduzione ed esenzioni;
  1. applicazione per tutte le attività commerciali, ed i pubblici esercizi (ristoranti, bar, pub ecc.), di un adeguato coefficiente di riduzione così come disposto dal comma 18, dell’art. 14, in quanto il Comune di Formia svolge il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti attraverso il principio del “porta a porta” per le attività commerciali e turistico-ricreative;

3. applicazione riduzione del 30 %  in ossequio a quanto disposto in     tal senso dal comma 15, lettera c), dell’art. 14, in presenza di una reale stagionalità delle attività  e per le aree occupate in modo ricorrente, come previste dal titolo autorizzatorio;

Sicuri che la presente sarà valutata con la dovuta attenzione, si chiede un incontro al fine di meglio precisare e argomentare la posizione delle imprese da noi rappresentate.

Cordiali Saluti,

Il Presidente ASCOM                                             Il Presidente Formia da Gustare-ARAF

Gianni Gargano                                                         Giancarlo Simeone

 

Il Presidente FIPE                                                   Il Presidente SIB

Raffaele Bartolomeo                                                 Lorenzo Michele Girardi

 

Il Presidente Consorzio                                           Il Presidente Consorzio

Operatori di Formia Torre di Mola                       Consormare del Golfo

Marrigo Rosato                                                         Ferdinando D’Urgolo

 

Il Presidente                                                             Il Presidente

Associazione Macellai di Formia                            Associazione Assopto Sud Pontino

Pietro Tucciarone                                                      Vincenzo Mirante

 

Il Presidente

Associazione Piccola Pesca La Quercia

Giovanni Scarpellino