DNB: PRIMO ACUTO PER IL NUOVO SCAURI DI COACH PADOVANO

DNB: PRIMO ACUTO PER IL NUOVO SCAURI DI COACH PADOVANO

genovese autosoft scauriAutosoft Scauri – Pall. Pescara 68-61

Parziali: 13-18, 34-38, 48-50

Arbitri: Radaelli Roberto, Spinelli Matteo

Scauri: Lenardon 17, Pozzi 5, Iannone 8, Serino 10, Genovese 6, Lombardo 4, Torboli 14, Staffieri, Giammò ne, Pullazi 4. All. Padovano

Pescara: Pepe 5, Di Carmine 10, Gilardi 7, Lagioia 12, Diener 3, Di Carmine ne, Mlinar 15, Maino 9, Moré ne, Di Donato. All. Trullo

Note – T2: 19/36 (S), 19/32 (P); T3: 7/23 (S), 3/20 (P); TL: 9/13 (S), 14/18 (P); Rimb. 22/7 (S), 26/4 (P); Val. 69 (S), 61 (P); Progr. 5′ 5-11, 15′ 22-27, 25′ 42-44, 35′ 59-58.

Vittoria meritata e di gruppo per l’Autosoft Scauri che nella settima giornata di ritorno di DnB (girone C) supera tra le mura amiche la Pallacanestro Pescara (68-61). Due punti d’oro per il quintetto laziale guidato ora da coach Massimo Padovano, che aggancia proprio gli abruzzesi al quarto posto insieme al Francavilla Fontana. Alla palla a due i biancazzurri partono con Lenardon, Iannone, Serino, Genovese e Pullazi. Gli ospiti rispondono con Pepe, Di Carmine, Lagioia, Mlinar e Maino. Gara che appare sin dalle prime battute tosta e tirata, Mlinar per i pescaresi segna i primi punti dopo 3′ di gioco. Poi Lagioia firma dalla distanza il 2-6. Lenardon lo imita per il 5-6 al 4′. La squadra di coach Trullo alza le percentuali al tiro e infila un parziale di 0-11 (5-17 al 7′). Scauri non si scompone e prima della fine del quarto recupera (13-18) con le triple di Pozzi e Torboli. La rincorsa dei delfini continua nel secondo periodo con Iannone che segna il -3 (18-21 al 13′) che costringe gli ospiti al time out. Riordinate le idee Lagioia e Di Carmine mettono a referto il +7 (18-25 al 14′). In chiusura di quarto Genovese sfodera sei punti di fila che consentono allo Scauri di scendere negli spogliatoi sul -4 (34-38 al 20′). Si torna in campo e la storia non cambia. Pescara continua a gestire il piccolo vantaggio (38-42 al 23′). Subito dopo Torboli impatta (42-42 al 24′). Dura poco però. Di Carmine e Mlinar firmano il nuovo +4 (42-46 al 27′). Ma quando meno te lo aspetti Pullazi centra quattro punti di fila che valgono il nuovo pareggio (46-46 al 29′). Pescara chiude comunque avanti il terzo periodo (48-50). Gli ultimi dieci minuti di gioco si aprono con una tripla di Torboli (51-50) per il primo sorpasso scaurese. Al 33′ il tabellone luminoso lampeggia 54-54. Mlinar da sotto segna il +2 (54-56). Serino dalla lunetta accorcia le distanze (55-56). Maino fa 2/2 e allunga sul +3 (55-58 al 34′). Un tira e molla che non scoraggia lo Scauri. Anzi. Lenardon piazza punti in successione (64-58 al 37′) che mettono ko gli ospiti (3/14 al tiro nell’ultimo periodo).

You must be logged in to post a comment Login

h24Social