PONZA, BLITZ DELLE FIAMME GIALLE A ''LA CALETTA HOTEL''. IL SINDACO CHIUDE LA STRUTTURA

la caletta hotelGuai per l’ex sindaco Antonio Balzano, attuale consigliere comunale di Ponza. La Brigata di Ponza della Guardia di Finanza, infatti, diretta dal maresciallo Vincenzo Ventrone, al termine di un’indagine ha scoperto e documentato che l’ex sindaco aveva realizzato un bed and breakfast con undici mini appartamenti denominato “La Caletta Hotel”. Questa attività è risultata totalmente illegale.

Secondo il verbale delle Fiamme Gialle redatto in mattinata per contestare formalmente all’ex sindaco le risultanze delle indagini, ne sarebbe venuto fuori che questi undici mini appartamenti “arredati e adibiti per consentire il pernottamento degli ospiti con annesso servizi accessori centralizzati, nel periodo estivo venivano locati per brevi periodi in totale evasione d’imposta.  Quanto precede è stato suffragato anche dalla copiosa documentazione reperita in sede di accesso e consistente in coupon per l’avvenuta fruizione di pernottamenti, contratti di locazione, listini prezzi, prospetti per prenotazioni di appartamenti, buoni attestanti l’avvenuta consegna per il lavaggio di biancheria di camera, ricevute di acconti e/o caparre versate”.


Dagli accertamenti l’ex sindaco Balzano sarebbe risultato non solo sarebbe un evasore totale, ma anche di aver esercitato questa attività “in totale assenza di qualsiasi forma di autorizzazione e/o licenza rilasciata da parte delle Autorità competenti”. Infatti agli atti del comune di Ponza non risulta pervenuta alcuna richiesta di inizio di attività e non esiste un fascicolo intestato a “La Caletta Hotel”.

Oggi è arrivata l’ordinanza di chiusura immediata dell’attività firmata dal sindaco Piero Vigorelli, sulla base del rapporto della Guardia di Finanza inviato al Comune per l’adozione dei provvedimenti conseguenti. Oltre alla chiusura, c’è anche una pesante sanzione amministrativa.

I guai non finiscono però qui, perché ai provvedimenti amministrativi subito adottati si uniranno poi quelli di rilevanza penale da parte della Procura della Repubblica, che ha acquisito tutta la documentazione rilevata dalla Guardia di Finanza di Ponza.