APRILIA, PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE: DOPO LA NOMINA UFFICIALE LA PRIMA RIUNIONE DEL COC

comune-di-aprilia2È stato convocato stamattina dal sindaco f.f. Antonio Terra, per la sua prima riunione dopo la nomina dei componenti, il Centro operativo comunale di protezione civile (Coc).

Il Comitato, presieduto dal Sindaco stesso e cui ha preso parte anche l’Assessore con deleghe di competenza Luigi Bonadonna, rappresenta lo strumento operativo del primo piano comunale di protezione civile, già discusso nelle commissioni consiliari lo scorso 19 dicembre. Il Coc è stato convocato anche per raccogliere e valutare eventuali contributi e osservazioni prima della definitiva approvazione del piano stesso.


Al termine della riunione odierna, i componenti del Coc e i rappresentanti dell’amministrazione hanno condiviso l’iter per la definitiva adozione del piano di protezione civile, che avverrà a breve attraverso la convocazione di una seduta congiunta delle commissioni I Urbanistica, III Lavori Pubblici e IV Affari Generali (presumibilmente nella data di giovedì 21 febbraio) e successivamente in Consiglio Comunale.

L’amministrazione ha espresso un giudizio positivo rispetto al lavoro che sta portando all’adozione del primo piano di protezione civile del Comune di Aprilia. Per la stesura definitiva, oggi sono arrivate alcune osservazioni dai rappresentanti delle associazioni di volontariato sollevate alla luce della nuova normativa in materia. La volontà dell’amministrazione è quella di produrre un elaborato non soltanto teorico, ma calato e adattato al territorio, calibrato alle sue reali esigenze e su ciò che ha in dotazione per gestire le emergenze. La scelta poi di far redigere all’interno della struttura comunale il piano, con soltanto alcune qualificate collaborazioni esterne di supporto, si è rivelata determinante non solo per questioni di economicità, ma soprattutto per il risultato finale. Chi ha scritto il piano di protezione civile sarà poi chiamato a metterlo in pratica in caso di calamità, garantendone così puntualità e precisione nell’applicazione. Ognuno sa cosa deve fare in caso di emergenza, nel pieno rispetto dello spirito della legge.