RICEVUTA IN COMUNE UNA DELEGAZIONE D’IMPRENDITORI DELLA CITTÀ DI TORONTO

torontoUna delegazione d’imprenditori della città canadese di Toronto, tutti o quasi oriundi italiani, ha incontrato in via ufficiale nei giorni scorsi il sindaco di Terracina Nicola Procaccini.
Del gruppo faceva parte anche Mario Gentile, ex assessore al Comune canadese di North York, che nel lontano 1989 fu uno dei fautori del patto di amicizia con Terracina.
Oggi il comune di North York è confluito nell’area metropolitana di Toronto, ma è rimasto in Mario Gentile la volontà di proseguire nell’intrapreso percorso per un eventuale patto di gemellaggio con Terracina, accordo capace di generare impulso e scambi di natura culturale e commerciale importanti.
Lo stesso Gentile ha avuto modo di raccontare al sindaco Procaccini come la comunità italiana in Canada si sia fatta valere sotto il profilo della laboriosità e della capacità imprenditoriale, indicando l’esempio del terracinese Norberto Marocco, uno dei più importanti costruttori edili dell’intera nazione canadese.
Della comitiva facevano parte anche 14 Guardie d’Onore che espletano, con diversi appuntamenti annuali, il servizio di testimonianza alle Reali Tombe del Pantheon di Roma, ma anche tanti imprenditori e uomini di affari che hanno avuto modo di apprezzare le bellezze della città di Terracina e del suo comprensorio, rendendosi disponibili ad eventuali investimenti economici.
Il capo delegazione Gentile ha evidenziato al sindaco che l’associazione delle Guardie d’Onore ha tra i primi punti dello statuto quello di mantenere viva la storia e la cultura italiana, nel ricordo di chi ha contribuito a difendere la Patria anche sacrificando la propria vita.
L’istituzione italo – canadese è poi una delle poche associazioni riconosciute dal Ministro della Difesa italiana.
Nell’audizione dei graditi ospiti che si è tenuta nell’Aula del Consiglio comunale, il sindaco Nicola Procaccini nel congratularsi per i brillanti risultati ottenuti dagli oriundi italiani e terracinesi in terra canadese, ha regalato alcune significative pubblicazioni editoriali della città di Terracina.