LA SQUADRA MOBILE: ARRESTA DUE PERSONE PER SEQUESTRO DI PERSONA, VIOLENZA SESSUALE E LESIONI

LA SQUADRA MOBILE: ARRESTA DUE PERSONE PER SEQUESTRO DI PERSONA, VIOLENZA SESSUALE E LESIONI

questura-di-latina

AGGIORNAMENTO – Nel tardo pomeriggio di ieri, la Squadra Mobile di Latina, a conclusione di un’attività investigativa, ha tratto in arresto due fratelli di etnia Rom, JOVANOVIC Milan di anni 24 e JOVANOVIC Bruno di anni 28, entrambi pregiudicati, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Latina per i reati di sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni ai danni di una giovane donna di origine serba.

L’indagine veniva avviata il 15 gennaio scorso, a seguito di una richiesta di aiuto da parte di una donna che riferiva  di essere stata sequestrata e violentata da due connazionali.

Soccorsa dalle Volanti e da personale della Squadra Mobile, la ragazza raccontava che il 10 gennaio, mentre si accingeva a rincasare, veniva aggredita da due uomini che la costringevano con calci e pugni  a salire su un’autovettura e la conducevano in un appartamento ubicato a Frosinone. Qui veniva stuprata da uno dei due aggressori, mentre l’altro le bloccava le braccia per impedirle di reagire.

*Jovanovic Milan*

*Jovanovic Milan*

Il giorno successivo, la vittima, approfittando di un momento di allentamento della sorveglianza, riusciva a fuggire dall’appartamento e ad avvisare con un cellulare il padre che la raggiungeva e la riportava a casa.

Il 15 gennaio, i due uomini, in compagnia di quattro complici, ritornavano nei pressi dell’abitazione della donna tentando di rapirla nuovamente, non riuscendo nell’intento per l’intervento dei fratelli che ingaggiavano una colluttazione con gli aggressori e consentivano alla sorella di rifugiarsi in casa.

Considerata la gravità della situazione, la donna superava la paura di eventuali ritorsioni  e decideva di denunciare i fatti alla Polizia di Stato.

Sulla scorta delle indicazioni fornite dalla vittima, dal padre e  dai fratelli intervenuti in sua difesa, la Squadra Mobile ricostruiva la dinamica degli eventi criminosi, individuava l’appartamento a Frosinone ed identificava  gli aggressori nei due fratelli JOVANOVIC Milan e Bruno.

*Jovanovic Bruno*

*Jovanovic Bruno*

Sia la ragazza che i familiari venivano sottoposti a cure mediche per le lesioni riportate, giudicate guaribili in gg.10 presso l’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina. La giovane donna, in particolare, anche se a distanza di cinque giorni, presentava lesioni compatibili con lo stupro riferito.

In virtù degli elementi raccolti, la dr.ssa Tortora della Procura della Repubblica di Latina, richiedeva ed otteneva una ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita nel pomeriggio di ieri dalla Squadra Mobile di Latina che rintracciava i due indagati nella città di Frosinone.

Entrambi venivano associati presso la Casa Circondariale di Latina, in attesa di essere interrogati dal Gip in sede di convalida del provvedimento restrittivo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social