FONDI SI PREPARA AD ACCOGLIERE IL SUO VESCOVO

FONDI SI PREPARA AD ACCOGLIERE IL SUO VESCOVO

*Mons. Sciacca e Benedetto XVI*

Domenica 27 gennaio 2013 la Chiesa e il Comune di Fondi accoglieranno mons. Giuseppe Sciacca, vescovo titolare di Fondi, attuale segretario generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano.

Alle ore 10.45 sul sagrato della Chiesa di Santa Maria in Piazza, di cui è parroco il dinamico don Stefano Castaldi, l’arcivescovo di Gaeta mons. Fabio Bernardo D’Onorio e il sindaco di Fondi Salvatore De Meo accoglieranno l’illustre ospite che alle ore 11.00 nella stessa chiesa presiederà la celebrazione eucaristica, concelebrata dall’arcivescovo D’Onorio.

Mons. Sciacca è stato nominato vescovo titolare di Fondi il 10 novembre 2012. Nato ad Aci Catena il 23 febbraio 1955, dopo aver completato gli studi teologici prima a Catania e poi alla Pontificia Università Lateranense consegue la laurea in Diritto canonico presso la Pontificia Università San Tommaso d’Aquino a Roma e, successivamente, una seconda laurea in Filosofia presso l’Università di Catania per poi essere ordinato sacerdote nella chiesa matrice di Aci Catena nel 1978. Ad Acireale, sede della diocesi di provenienza, è decano del capitolo collegiale della Basilica di San Sebastiano. Socio effettivo dell’Accademia degli Zelanti e dei Dafnici, insegna Storia e Filosofia presso istituti scolastici a Catania e Acireale, nonché Diritto canonico presso l’Istituto di Teologia di Acireale. Il 25 Marzo 1999, dopo l’attività svolta presso i Tribunali diocesani regionali, è nominato prelato uditore del Tribunale della Rota Romana.

Benedetto XVI lo nomina il 3 settembre 2011 vescovo titolare di Vittoriana e segretario del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, con competenze sul bilancio preventivo e consuntivo della Santa Sede, sulla vigilanza e il controllo di tutte le amministrazioni che dipendono da questa, in Italia e all’estero, sul controllo delle iniziative economiche delle amministrazioni, nonché sulle indagini relative ai danni che siano stati apportati al patrimonio della Santa Sede. Riceve la consacrazione episcopale l’8 ottobre 2011 per l’imposizione delle mani del cardinale Tarcisio Bertone, co-consacranti il cardinale Gianfranco Ravasi e l’arcivescovo Giuseppe Bertello.

La Diocesi di Fondi, in latino Dioecesis Fundana, è una sede soppressa e ora sede titolare; al momento della soppressione, comprendeva le località di Campodimele, Lenola, Monticello (ora Monte San Biagio) e Pastena. Sede vescovile era la città di Fondi, dove fungeva da Cattedrale la Chiesa di San Pietro. Le prime notizie certe sulla diocesi di Fondi si hanno nell’anno 487, ma si ritiene che l’erezione della diocesi risalga al III secolo; dal 966 era suffraganea dell’Arcidiocesi di Capua, ma ben presto divenne direttamente soggetta alla Santa Sede. Testimonianza dell’antica sede vescovile è la cattedra conservata nella Chiesa di San Pietro, antica cattedrale diocesana, risalente al periodo tra XII e XIII secolo; è in questa chiesa che fu eletto l’antipapa Clemente VII, la cui elezione fu all’origine dello Scisma d’Occidente. La diocesi fu soppressa il 27 Giugno 1818 con la bolla De utiliori di Papa Pio VII e il suo territorio fu incorporato nella diocesi di Gaeta. Oggi Fondi sopravvive come sede vescovile titolare.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social