L’APRILIA TORNA AL SUCCESSO, GOMES RISOLVE CONTRO L’AVERSA

APRILIA – AVERSA 1-0

Marcatore: Gomes al 41’ del It.

APRILIA: Di Vincenzo, Corsi, Carta, Croce, Sembroni, Diakite, Criaco ( dal 33’ IIt Sassano), Amadio, Ferrari( dal 25’ IIt Calderini), Gomes, Ferri Marini ( dal 44’ IIt.Marfisi) All. Vivarini 12 Caruso, 13 Tundo, 14 Stankovic, 15 Fabiani 16 Marfisi, 17 Sassano, 18 Calderini.

AVERSA: Gragnaniello, Fricano, Campanella, Gatto ( dal 39’ IIt Sellitti), Castaldo, Bova, Vanacore ( dal 27’ IIt. Viola), Marano, Guarracino, Scalzone ( dal 12’ IIt Gagliardi), Polani. All. Sergio. 12 Esposito, 13 Petrarca, 14 Viola, 15 Martucci, 16 Gifuni, 17 Gagliardi, 18 Sellitti.

Arbitro: Luigi Rossi di Rovigo.
I ass.: Atanasio De Meo di Foggia,
II ass: Antonio Quitadamo di Modena.

Ammoniti: Vanacore, Gatto, Fricano,Bova, Calderini, Amadio.
Calci d’angolo: 11 a 0 per l’Aprilia
Spettatori: 300

“C’è da dire che come anche nelle altre gare fin qui giocate abbiamo fatto sempre la nostra prestazione, oggi abbiamo giocato una partita tutta cuore, quella che forse avremmo dovuto fare un po’ prima per ottenere certi risultati. Perché in questo momento del campionato ci vuole oltre le qualità tecniche  e organizzazione di gioco anche tanto cuore, la voglia di raggiungere il risultato ed oggi sotto questo aspetto la squadra è stata molto positiva. Anche oggi abbiamo creato molte occasioni non concretizzate per poco. Personalmente era importante questo risultato per cancellare una maledizione che mi portavo dietro da tre anni girando sempre all’ultima di andata a quota 28 punti. Quest’anno finalmente ho potuto cancellare anche questo tabù. Voglio dedicare questa vittoria alla moglie del nostro presidente onorario Mario Cavicchioli, sapevo che aspettava questo successo e per me è stato il miglior regalo natalizio Ci aspettavamo questa tipo di partita – conclude Vivarini – in questo momento della stagione nessuno ti regala niente e loro oggi hanno fatto una gara importante, l’unico rammarico è quello che potevamo chiuderla un po’ prima”