L’APRILIA TORNA AL “QUINTO RICCI”: AVVERSARIO OSTICO, IL MARTINA FRANCA

Dopo il Pontedera arriva il Martina Franca al “Quinto Ricci” di Aprilia per il secondo turno consecutivo casalingo. Inutile sottolinearlo che saranno altri novanta minuti importanti quelli di domenica prossima contro un’altra big del girone attualmente terza in classifica con 24 punti di cui 18 conquistati in casa. Il ruolino di marcia in trasferta dell’avversaria di questa settimana delle “rondinelle” vede invece una vittoria, tre pareggi ed una sconfitta. Questo lascia presagire che sarà un’altra partita di grande pazienza quella dei biancoazzurri per cercare di scardinare il modulo tattico del Martina (4-4-2) e soprattutto ritrovare il sucesso dopo lo scivolone di una settimana fa.

E i segnali sotto questo aspetto sono stati confortanti mercoledì in Coppa Italia contro il Perugia dove mister Vivarini ha rivisto una squadra motivata. “Il Martina Franca è una squadra blasonata con delle buone individualità, Gambino e Anaclerio su tutti ammette il tecnico apriliano sarà sicuramente una partita molto equilibrata, noi dalla nostra avremo però quell’atteggiamento giusto dopo l’analisi di questi giorni che ci ha portato a capire certi errori fatti. Spero che la squadra abbia capito, mi ha dato una grande risposta contro il Perugia mettendo a posto anche mentalmente i problemi emersi nelle ultime gare. Chiaro che per il risultato ci sarà da lottare sempre fino all’ultimo minuto, però sono molto fiducioso perché ho visto una squadra molto concentrata in questi giorni, sperando che gli episodi girino un po’ a nostro favore.


Vivarini ha commentato inoltre la sua squalifica così come quella del vice Zambardi fermato per un turno dal giudice sportivo, toccherà dunque al preparatore atletico Del Fosco sedere sulla panchina apriliana: “Ma non è questo il problema – ammette Vivarini – noi veniamo da due sconfitte, quella di Salerno dove ripeto ancora abbiamo pagato la stanchezza della settimana con il viaggio di Lecce, mentre con il Pontedera ci sono stati problemi di attenzione mentale, chiaro che il mio apporto è importante come quello di Zambardi, Del Fosco e direi anche di tutta la società, siamo affiatati tra di noi e questo non un dato da trascurare“.

Parola anche al preparatore Antonio Del Fosco: “Non è la prima volta che vado in panchina nella mia carriera, anche lo scorso anno qui ad Aprilia ho dovuto sostituire il mister a Fondi e con il Neapolis in casa. Vivarini ha già preparato la squadra in settimana mettendo a punto tutti i minimi particolari io dovrò solamente guidarli dalla panchina tenendomi costantemente in contatto con il mister che ci seguirà passo passo dalla tribuna dandoci i consigli utili“. Per questa partita sarà assente Amadio squalificato per una giornata e Criaco infortunato.