FORMIA, POTENZIATE RISORSE E STRUTTURE DELL’OSPEDALE DONO SVIZZERO

FORMIA, POTENZIATE RISORSE E STRUTTURE DELL’OSPEDALE DONO SVIZZERO

Il sindaco Forte ha tenuto nella mattinata di ieri una importante riunione all’Ospedale Dono Svizzero di Formia,  insieme al direttore generale dell’ASL di Latina Renato Sponzilli ed al direttore sanitario aziendale Ennio Cassetta.

Un incontro allargato a tutti i direttori delle unità operative complesse (U.O.C) degli ospedali di Formia, Gaeta e Minturno; ai direttori delle unità operative semplici dipartimentali (U.O.S.D.), al vice direttore sanitario ospedaliero Ugo Rivera, al responsabile amministrativo ospedaliero Massimo Marciano ed all’assessore alla sanità Amato La Mura.

Molte le novità innovative che sono state comunicate dal direttore generale nel corso della riunione, a dimostrazione di un interesse finalizzato a potenziare e riqualificare sempre di più la struttura sanitaria del Dono
Svizzero.

La prima notizia riguarda l’acquisto di una risonanza magnetica, il macchinario sarà operativo a partire dai primi mesi del 2013. In momenti di rigore e di tagli nella sanità l’acquisizione della risonanza magnetica risolve di fatto una serie di criticità all’interno del nosocomio di Formia.

Alla risonanza magnetica si aggiungeranno una serie di macchinari e strumenti diagnostici e specialistici innovativi per i reparti. La richiesta per potenziare le strutture ospedaliere è stata concordata dal direttore Sponzilli con il commissario governativo ad acta Enrico Bondi.

Anche a livello di personale precario è stato deciso la proroga dei contratti fino al 31 dicembre 2013. Una soluzione ottimale per il futuro di questi lavoratori che oltre a porre fine ad una serie di polemiche e vertenze sindacali interne garantirà la continuità delle prestazioni ospedaliere. Sulla pianta organica in generale il direttore generale Sponzilli si è impegnato a potenziare con l’assunzione di 38 figure professionali mediche le carenze registratesi in ambito provinciale sanitario a seguito di pensionamento o trasferimento e 12 figure amministrative.

Dei 38 nuovi medici ben 12 dovrebbero essere assegnati al Dono Svizzero di Formia a copertura di reparti strategici come pediatria, medicina, medicina urgente, chirurgia, ortopedia.

A proposito di reparti Sponzilli ha annunciato l’imminente apertura a Gaeta del reparto di riabilitazione e fisioterapia. La inaugurazione dovrebbe essere prevista tra una settimana. Altre novità hanno riguardato il potenziamento del day-surgely (ricoveri diurni) interventi di  micro chirurgia tra cui la chirurgia vascolare. Il nuovo direttore Rashid Abi è riuscito in meno di sei mesi ad effettuare ben 100 interventi di chirurgia vascolare  ed abbattere le liste di attesa per esami di ecodoppler.

“Ho sempre ritenuto e confermo in questa sede – ha dichiarato il sindaco Forte – che l’Ospedale Dono Svizzero di Formia deve rappresentare per la città ed il territorio del sud-pontino una risorsa ed un’eccellenza per l’intero bacino di utenza. Nella sua lunga storia l’Ospedale è sempre stato un punto di riferimento e di qualità nell’offerta sanitaria e dei servizi ospedalieri. In questi mesi – conclude il sindaco – attraverso un’azione sinergica con il direttore generale dell’ASL di Latina e la Regione Lazio  abbiamo recuperato e potenziato il livello competitivo per  organizzare e gestire una sanità  di alta professionalità, di efficacia e di  efficienza in grado di dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social