SERAPO VOLLEY GAETA: 3-0 SECCO ALLA DOMAR ALTAMURA

SERAPO VOLLEY GAETA: 3-0 SECCO ALLA DOMAR ALTAMURA

Il PalaMarina miete un’altra vittima. Cade anche la Domar Altamura contro una Serapo Volley Gaeta in formato super che centra il terzo successo consecutivo casalingo e l’ottavo nell’anno solare. Un 3-0 netto e convincente con parziali inequivocabili (25-13, 25-21, 25-22) in un’ora e 17’ in cui i padroni di casa hanno sciorinato una buona pallavolo distinguendosi in tutti i fondamentali. Tre punti d’oro che permettono a Di Nucci e compagni di compiere un notevole balzo in classifica nel girone C, comandato sempre dai napoletani della Gaia Energy Casandrino a quota 15 che hanno subìto nel week-end il primo stop stagionale sul parquet del Messina. Piena bagarre per gli altri due gradini del podio, con un nutrito gruppo di squadre raccolte in un fazzoletto. I gaetani sono lì con nove punti e ad un passo  dalla zona play-off. Il match in pratica non ha mai avuto storia. Mister Tony Bove, che era squalificato e seduto a bordo campo, sceglie lo starting six con la diagonale Beltran-Valenti, Marino e Ranieri Tenti in banda, Di Nucci libero e Miscione centrale, mentre dall’altra parte delle rete i pugliesi guidati in panchina dal tandem Paglialunga-Cappiello rispondevano con Lacalamita e Minenna centrali, il palleggiatore Petronella (schierato al posto di Chierico che era sceso in campo titolare lo scorso week-end contro Casarano) e Sette come opposto, Disabato nel ruolo di libero e Maiullari martello. Avvio equilibrato con la Serapo (buone alla fine le percentuali in ricezione con il 71% di positività e il 53% in attacco) che chiude avanti 8-7 al primo time out tecnico. Al rientro i biancazzurri piazzano il break chiave allungando grazie alla battuta di Marino e a due punti consecutivi di Ranieri Tenti (schiacciata e muro) per il +6 (16-10). Poi sale in cattedra anche l’opposto Beltran, che con una serie di battute velenose e potenti mette in ginocchio la difesa barese e il punto del 25-13 lo sigla l’ottimo Marino (12 punti con il 56% in attacco e il 64% di positività in ricezione), bravo a superare il muro di Minenna. Nel secondo set primo cambio sul 4-3 nel reparto di centrali con l’ingresso di Campanini per Miscione. La Serapo non si scompone ed è letteralmente devastante controllando senza particolari difficoltà la reazione della Domar Altamura, che si affida alle individualità, tra cui spicca l’opposto Sette, autore di 11 punti. Nel momento cruciale è ancora un ispiratissimo Beltran, man of the match con 16 punti e il 57% in fase offensiva, che con le sue battute insidiose spezza il parziale per la sua squadra che si porta sul 16-12 anche grazie alla bella intesa tra il regista Valenti che innesca il martello Ranieri Tenti (11 punti). Ma i baresi non mollano e si riavvicinano con il lavoro in banda di Maiullari e Lomurno che portano i suoi al -1 prima del time out discrezionale chiamato dalla panchina gaetana. Al rientro in campo l’esperienza della Serapo la fa da padrone e in un attimo prima Beltran, poi la fast di Campanini, l’astuzia sotto rete di Valenti e infine ancora l’opposto italo-cubano con un tocco morbido inganna il muro degli ospiti e porta i suoi sul 2-0 (25-21). Nell’ultimo parziale regna l’equilibrio: dal 6-6, poi 9-9 si passa al 16-14 al 2° time out. Si procede punto a punto con scambi emozionanti che divertono il pubblico (ancora limitato) che si esalta per i suoi beniamini. Bene il lavoro a muro (alla fine saranno 6-4 in favore dei gaetani) firmato da Marino e Campanini per il 18-14. Un vantaggio rassicurante ma che sveglia ancora Altamura, che trascinata dal trio Minenna-Maiullari-Sette aggancia la Serapo sul 20-20 con il “block” del centrale Cutecchia su Beltran. Ci pensa ancora Marino a realizzare il 21-20 e che successivamente lascia il posto a Durante in posto 4. Nelle fasi clou i pugliesi commettono due errori consecutivi con Chierico e Sette e il 25-22 arriva dall’errore ancora del palleggiatore Chierico, che manda in visibilio il PalaMarina e fa volare la Serapo nei piani alti del girone C. <Era importante dare un segnale dopo il ko di Potenza e i ragazzi hanno reagito alla grande con una ottima prestazione – analizza coach Bove – Tre punti che ci consentono di restare a contatto con le prime della classe e ci regala gli stimoli per affrontare una trasferta impegnativa contro la Libertas Genzano (che è a pari punti con i gaetani e ieri ha osservato un turno di riposo, ndr), che può rappresentare l’occasione giusta per sbloccarci anche lontano da casa>. Un derby tutto laziale che promette scintille.

SERAPO VOLLEY GAETA: Tari, Di Nucci (L 75% pos. 50% prf), Campanini 7, Valenti 6, Ranieri Tenti 11, De Leo n.e., Zancla n.e., Miscione 4, Marino 12, Beltran 16, Giglio n.e., Durante. All. Tony Bove. Assistente Stefano Papari.

DOMAR VOLLEY ALTAMURA: Chierico 2, Lacalamita 2, Lomurno 5, Sette 11, Minenna 3, Maiullari 5, Disabato (L 45% pos. 27% prf), Incampo 1, Cutecchia 1, Petronella, Rago(L) n.e. All. Paglialunga, 2° All. Cappiello.

ARBITRI: Filippo Bacchi di Foligno e Roberto Ambrosi di Perugia

PARZIALI: 25-13 (23’), 25-21 (26’), 25-22 (28’)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social