DUE ARRESTI PER ESTORSIONE A FORMIA

Nella serata di ieri i militari del NOR della Compagnia di Formia hanno tratto in arresto N.A., classe 64 e L.G., classe 82 , per il reato di estorsione continuata in concorso.
I due, rispettivamente madre e figlio, entrambi venditori ambulanti, infatti come ricostruito dai militari della Compagnia di Formia, nel decorso mese di ottobre hanno iniziato a minacciare un altro venditore ambulante, costringendolo dopo ripetute aggressioni fisiche e verbali ad abbandonare la vendita di fiori durante il mercato giornaliero che si svolge a Via Palazzo.
Nello specifico in un’occasione L.G. afferrava la vittima minacciandolo unitamente alla madre di andarsene pena la distruzione dell’intero gazebo adibito alla vendita dei fiori. Alcuni giorni dopo la moglie di L.G., denunciata in stato di liberta’ con la propria autovettura investiva il banco di vendita dei fiori, schiaffeggiando successivamente la vittima. Nell’occasione il commerciante subiva una perdita di circa 1000,00 euro, dovuto al danneggiamento delle piante in vendita. Ma le minacce andavano avanti, coinvolgendo anche la fidanzata della vittima, piu volte fatta oggetto di insulti, anche tramite il mezzo telefonico.
Scopo di madre e figlio infatti era quello di assicurarsi il monopolio delle vendita dei fiori in Formia. Il gip del Tribunale di Latina ha pero condiviso le richieste cautelari avanzate dai militari della compagnia di Formia, coordinati dalla Procura della Repubblica di Latina, ed ha emesso nei confronti dei succitati due ordinanze di custodia cautelare da scontare in regime di arresti domiciliari.
Nei prossimi giorni i due arrestati saranno sentiti dall’ Autorità giudiziaria.