REGOLAMENTO SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI: GAETA PRIMO COMUNE DELLA PROVINCIA DI LATINA AD ADOTTARLO

REGOLAMENTO SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI: GAETA PRIMO COMUNE DELLA PROVINCIA DI LATINA AD ADOTTARLO

54 articoli per tutelare gli animali, responsabilizzare i loro proprietari e garantire la civile convivenza tra cittadini e “piccoli amici”. Questi gli obiettivi principali del Regolamento Comunale sulla tutela degli animali, adottato dal Comune di Gaeta, su proposta della Giunta Mitrano, e presentato alla stampa lunedì 22 ottobre 2012, nella Sala Consiliare. Ad illustrare l’importante iniziativa, assunta per la prima volta da un Comune nella Provincia di Latina, il Sindaco Cosmo Mitrano, gli Assessori Alessandro Vona e Cristian Leccese, rispettivamente all’Ambiente e alle Opere Pubbliche, il Presidente Provinciale CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) Latina Vincenzo Russo, e il Responsabile Provinciale CSEN cinofilo Silvio Falato.
“Con questo Regolamento – dichiara il Sindaco Mitrano – Gaeta acquista a pieno titolo il ruolo di Città ricca di civiltà e di integrazione. Ponendo delle regole vogliamo facilitare la convivenza sociale tra chi possiede animali e chi non li ha, con l’attenzione sempre rivolta alla tutela dei nostri piccoli amici. La vera sfida sarà nel far rispettare le norme. A tale scopo saranno determinanti la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione ad hoc, e la stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine”.
“Il Regolamento Comunale – ha sottolineato l’Assessore Vona – rappresenta solo il primo passo verso l’apertura di uno Sportello a Tutela degli Animali, problematica di grande emergenza sul nostro territorio, come purtroppo ha dimostrato anche le terribile strage di gatti avvenuta recentemente in Viale Australia. Per la sua applicazione concreta chiediamo l’apporto di tutte le forze sociali: associazioni private e pubbliche, singoli cittadini, operatori dei servizi di controllo del territorio ecc.”. Per l’Assessore Leccese “la volontà di intervento della nostra Amministrazione in questa problematica è massima. Spero che il Comune di Gaeta sia di esempio ad altre realtà cittadine, al fine di diffondere una vera cultura della tutela degli animali e dell’integrazione sociale in tutti i suoi differenti aspetti”.
A confermare l’indirizzo assunto dall’attuale Amministrazione è la progettazione, annunciata dal Sindaco Mitrano, del primo Parco Pubblico con spazi specificamente dedicati agli animali.
Nella premessa del Regolamento leggiamo: “Con questi 54 articoli –si tutela la sicurezza e la libertà dei cittadini di accudire e possedere animali, la dignità e il benessere degli animali, non solo quelli cosiddetti “di affezione” ma anche quelli presenti sul territorio. La qualità della vita dei propri abitanti dipende anche dal rapporto che essi hanno con la fauna locale, di qualsiasi specie animale si tratti. Non solo cani e gatti, dunque, ma anche pesci, uccelli, cavalli, e animali esotici avranno, da oggi in poi, norme chiare e precise che ne regoleranno il trattamento e indicheranno cosa e come è consentito fare, al fine di salvaguardarne non solo l’incolumità ma anche e soprattutto la dignità come esseri viventi”.

Il Regolamento, dopo aver definito gli ambiti della sua applicazione, contiene le Disposizioni Generali che riguardano tutta la fauna presente sul territorio cittadino , i doveri e i diritti dei possessori di animali, e specifici articoli inerenti, tra l’altro, i maltrattamenti, la cattura, il commercio, l’abbandono, l’avvelenamento degli animali, la Pet Tehrapy.
Seguono,poi, le norme previste per ciascuna categoria faunistica: ai Cani è dedicata la Parte IV, di cui vogliamo sottolineare l’art. 32: i proprietari o i detentori sono tenuti alla raccolta delle feci emesse dai loro animali, in modo tale da evitare l’insudiciamento dei marciapiedi, delle strade e delle loro pertinenze. Di grande rilevanza è anche il riferimento all’esame PCR (Proprietario Cinofilo Responsabile), che pone a capo del proprietario tanti doveri ma anche diritti. “Un esame davvero difficile da superare – afferma il Responsabile Provinciale CSEN Cinofilo Falato –poiché consta di test teorici e pratici per il proprietario e prove specifiche per il cane, ma previsto proprio per facilitare la convivenza sociale”.

Ai Gatti è rivolta la Parte V, seguono poi le norme relative a: Cavalli (Parte VI), Avifauna (Parte VII), Animali acquatici (Parte VIII), Animali esotici (Parte IX).

Chiudono il Regolamento le Disposizioni finali inerenti le sanzioni e la vigilanza. Vanno dai 50 ai 500 euro le sanzioni pecuniarie, mentre per alcune violazioni sono previsti anche il sequestro e la confisca dei mezzi utilizzati, nonché dell’animale che ne è stato oggetto.
“La nostra Gaeta – conclude la premessa del Regolamento – è una città tollerante: da sempre accoglie chiunque ne rimanga affascinato e decida di stabilirvisi come se fosse il proprio luogo di nascita, e con gli stessi principi è giusto che sia così anche per i nostri animali che in casa o nei nostri parchi e montagne allietano le nostre giornate e quelle delle generazioni future”.

La visione integrale del Regolamento sulla tutela degli animali è disponibile sul sito ufficiale del Comune di Gaeta www.comune.gaeta.lt.it.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social