RIMANE SOTTO SEQUESTRO IL PIANO TERRA DELLA PALAZZINA DI VIA MADONNA DI PONZA

RIMANE SOTTO SEQUESTRO IL PIANO TERRA DELLA PALAZZINA DI VIA MADONNA DI PONZA

Resta ancora sotto sequestro il piano terra del civico numero 2 della palazzina di via Madonna di Ponza a Formia dove domenica all’ora di pranzo è scoppiata una bombola di gas provocando la distruzione di tre appartamenti e il ferimento di dieci persone. Solo uno di loro, un albanese di 33 anni, si trova ricoverato in prognosi riservata al centro grandi ustionati dell’ospedale S.Eugenio di Roma, gli altri nove hanno raggiunto l’albergo messo a disposizione di tutti gli inquilini fatti evacuare per ragioni di sicurezza. Ieri intanto sul luogo della deflagrazione sono giunti il magistrato titolare delle indagini, il sostituto procuratore Raffaella Falcione, e il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Cristina D’ ANGELO. Sono state richieste all’ amministrazione del CONDOMINIO della PALAZZINA tutte le PLANIMETRIE DEGLI APPARTAMENTI COINVOLTI NELL’ ESPLOSIONE. Il ritorno di tutti gli inquilini della palazzina di via Madonna di Ponza potrà avvenire non appena saranno realizzati dal proprietario dell’appartamento dove vivono gli albanesi, i lavori di messa in sicurezza dell’ingresso e dell’accesso ai piani superiori della palazzina attualmente disabitata.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Esplosione a Formia. Verifiche strutturali da parte del comandante dei vigili del fuoco – 8 ottobre 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Esplosione a Formia. Dimessi quasi tutti i feriti. I carabinieri indagano sull’accaduto – 8 ottobre 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Video – Esplode Bombola di Gas; dieci feriti tra cui tre bambini – 07 ottobre 2012 -)

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social