CONFINDUSTRIA E CONFAGRICOLTURA INSIEME PER LE RETI AGROINDUSTRIALI

CONFINDUSTRIA E CONFAGRICOLTURA INSIEME PER LE RETI AGROINDUSTRIALI

Ieri pomeriggio presso l’Azienda Agricola Casale del Giglio in Località Le Ferriere a Latina, si è svolto il convegno “Le Reti d’impresa nella filiera agroindustriale Pontina”, organizzato da Confindustria Latina in collaborazione con Confagricoltura Latina e RetImpresa, finalizzato ad analizzare le opportunità offerte dallo strumento del Contratto di rete alle aziende che operano nel settore agroindustriale ai fini di migliorare la crescita dimensionale delle PMI locali. L’appuntamento odierno segue la firma del Protocollo d’intesa per la costituzione delle reti d’impresa nelle filiere agroindustriali, avvenuta il 16 maggio scorso tra le due Associazioni a livello nazionale, e avente come obiettivo quello di favorire lo sviluppo ed il progresso socio-economico delle comunità.
All’incontro hanno partecipato, oltre al Presidente di Confindustria Latina Paolo Marini e al Presidente di Confagricoltura Latina Adelino Lesti, i Vicepresidenti di Confindustria e Confagricoltura Aldo Bonomi (nonchè Presidente di RetImpresa – Agenzia confederale per lo sviluppo delle Reti di Imprese) ed Ezio Veggia, l’Assessore al Lavoro e alla Formazione della Regione Lazio, Mariella Zezza, e Arturo Semerari, Presidente di ISMEA (Istituto per i Servizi del Mercato Agricolo Alimentare), già firmatario con Bonomi del Protocollo d’Intesa che impegna entrambe le parti a promuovere, nella filiera agroindustriale, uno sviluppo sostenibile ed a protezione dell’ambiente.
Durante il convegno, dopo la presentazione della nuova Rete Pharma Innovazione, promossa dalla Sezione Chimico-Farmaceutica di Confindustria Latina, è stato siglato e, quindi, illustrato, l’accordo tra le Territoriali di Confindustria e Confagricoltura. Entrambe le organizzazioni stanno infatti lavorando alla promozione e all’attuazione di iniziative volte allo sviluppo tecnologico, organizzativo e di mercato, delle imprese industriali e agricole, al fine di accrescerne il livello di integrazione e di competitività.
“All’interno del sistema associativo nazionale – spiega Paolo Marini – Confindustria Latina è stata una delle prime a credere fortemente in questo strumento di sviluppo, tanto da aderire, in qualità di socio fondatore, a RetImpresa, con l’obiettivo di creare nuove opportunità al sistema produttivo della provincia. L’emanazione della legge sul Contratto di Rete ha poi consentito l’apertura di una nuova stagione di sviluppo, indispensabile per affrontare in maniera competitiva le sfide che la globalizzazione dei mercati e la recente crisi internazionale hanno imposto. Oggi – continua il Presidente dell’Associazione Industriali pontina – inseriamo un ulteriore importante tassello, volto a favorire un effettivo sviluppo dell’economia locale. Sarà questo il punto di partenza per condividere un percorso di crescita imprenditoriale, territoriale ed umana. L’agricoltura, l’industria e i servizi, dialogheranno e lavoreranno fianco a fianco ad un piano sinergico di valorizzazione della Provincia che attraverso la ricerca, la formazione, la condivisione delle informazioni, delle esperienze e delle conoscenze, dischiuderà nuovi orizzonti per le imprese e il territorio nel suo complesso.”
“Da due anni ormai – così Aldo Bonomi, Vicepresidente di Confindustria – promuovo la costituzione delle Reti di Impresa, sfida nella quale ho creduto sin da quando Confindustria l’ha proposta al precedente Governo all’interno della Legge Sviluppo, e poi allargata alle Camere di Commercio. I risultati concreti infatti, non sono solo rappresentati dagli oltre 330 Contratti di Rete stipulati, ma ciò che conta davvero è il salto di mentalità, poiché l’individualismo del singolo costringe l’impresa a restare piccola. Con la firma di questo accordo ci siamo impegnati per accrescere la competitività delle aziende attraverso nuove reti di imprese nelle filiere agroindustriali, offrendo servizi complementari provenienti dall’esperienza delle due associazioni. Crediamo infatti – conclude Bonomi – che le reti siano un patrimonio di tutti e pertanto è necessario che le associazioni datoriali lavorino nella stessa direzione per favorire lo sviluppo di sinergie e far ripartire i nostri territori. In particolare, l’accordo è utile per creare progetti agroindustriali innovativi, per svolgere attività di formazione, a favore di imprenditori e dirigenti, e per accrescere la visibilità delle aziende del settore con manifestazioni ed esposizioni internazionali.”
LA RETE DI IMPRESE

La Rete di Imprese è una forma di aggregazione nuova, flessibile, che si adatta alle esigenze di aziende di ogni dimensione e di ogni settore, integrando due concetti ugualmente importanti, ma tra loro apparentemente distanti: la collaborazione su programmi condivisi ed il mantenimento dell’autonomia imprenditoriale.
Sin dai primi anni del 2000, Confindustria Latina ha valorizzato le vocazioni industriali del territorio (agro-alimentare e chimico-farmaceutico) avviando in tal senso studi e monitoraggi, tanto da pervenire nel 2004 al riconoscimento da parte della Regione Lazio, dei relativi sistemi produttivi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social