***video***OASI FUTURA. MERCOLEDI’ GLI INTERROGATORI PER I SEI ARRESTATI. INTERVISTA ALL’AMMINISTRATORE DELLA STRUTTURA

***video***OASI FUTURA. MERCOLEDI’ GLI INTERROGATORI PER I SEI ARRESTATI. INTERVISTA ALL’AMMINISTRATORE DELLA STRUTTURA

Inizieranno soltanto mercoledì prossimo gli interrogatori di garanzia davanti al Gip del Tribunale di Latina Mara Mattioli per le sei persone finite agli arresti domiciliari ieri mattina dai Carabinieri della Stazione di Itri e della Compagnia di Gaeta per i maltrattamenti subiti da alcuni anziani ospiti della casa di riposo “Oasi Futura”. I riflettori saranno puntati soprattutto su Gianluigi Valerio, di 37 anni, l’ex ausiliario del traffico ed sindacalista della fallita Formia servizi che della struttura assistenziale di via Cesare Battisti a Itri era da poco più di un anno il direttore, il gestore. Il suo legale, l’avvocato Giafranco Testa, chiederà la visione dei filmati registrati dai Carabinieri del Capitano Daniele Puppin per dimostrare che il suo assistito non c’entri nulla con i comportamenti violenti, ripetuti e gravi, consumati ai danni delle inermi vittime da parte degli altri arrestati, una 51 enne bielorussa; una 50enne moldava; due ucraine di 53 e 54 anni e una 44enne romena. L’avvocato Testa cercherà di smantellare un’altra parte del castello accusatorio formalizzato dal sostituto procuratore Simona Gentile mostrando quella documentazione con cui Valerio, raccogliendo le lamentele dei familiari

*Giuseppe COTUGNO*

delle persone ospitate nella casa di riposo, non aveva rinnovato tra aprile e maggio scorsi il contratto di lavoro a tempo determinato per tre dei cinque inservienti arrestati. Erano soprattutto loro – una rumena di 30 anni ed una donna di Itri di 35 sono state denunciate a piede libero – gli autori materiali – secondo gli accertamenti di natura tecnica effettuati dai Carabinieri – dei ripetuti e gravi maltrattamenti operati nei confronti di donne anziane non autosufficienti.

Scritto da: Saverio FORTE

Intanto l’amministratore unico della struttura Giuseppe Cotugno in una nota comunica che: ” la Oasi futura srl , aveva affidato in gestione la  struttura ed il personale della casa di riposo , alla cooperativa amministrata dal sig. Gianluigi Valerio lo scorso anno con cui oggi abbiamo risolto il rapporto, riprendendo in carico la gestione in toto , come abbiamo sempre fatto.
Sentori su la base di qualche lamentela l’abbiamo avuta, finanche a segnalarlo per iscritto qualche mese fa’ alla cooperativa.
L’azienda OASI FUTURA è un azienda, presente sul territorio da 15 anni appartenente a gente del territorio con una licenza regionale per oltre 30 persone.
E’ un azienda sana che ha sempre rispettato e lavorato seriamente, la soddisfazione degli ospiti è stata riscontrata più volte attraverso lettere e mail di congratulazioni dei parenti.
La qualità degli approviggionamenti che vengono fatti ogni giorno, dai prodotti surgelati certificati del gruppo MARR al pane fresco acquistato quotidianamente dal panificio locale, ai prodotti monouso regolarmente tutto fatturato lo dimostra.
Da protocollo seguiamo tabelle alimentari affisse ogni giorno, rispettando sempre i massimi standard possibili, il tutto riscontrabile
Siamo stati riconosciuti tra le migliori aziende sul territorio poco piu di 2 anni fa con il premio regionale MERCURIO D’ORO .
A fronte di tutto questo ci stiamo costituendo come PARTE LESA, nei confronti del personale oggetto d’indagine.”

***ARTICOLO CORRELATO*** (video- Itri, Gaeta e Formia. Sei arresti per maltrattamenti ad anziani degenti di una casa di riposo – 28 giugno 2012-)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social