DIPENDENZE COMPORTAMENTI, INCONTRO LUNEDI’ AL CASTELLO CAETANI DI FONDI

L’Équipe educatori dell’Oratorio San Pietro Apostolo in Fondi promuove per Lunedì 25 Giugno il “Meeting sulle dipendenze comportamentali”. L’iniziativa, che avrà luogo alle ore 18.00 nella sala convegni del Casello Caetani, è sostenuta da Comune di Fondi, Assessorato regionale alle Politiche sociali, Sistema Bibliotecario Sud Pontino, Associazione Saman e ASL di Latina.

La dipendenza dal gioco d’azzardo, dai gratta e vinci, dalle slot machines, dai videogames e da internet ha preso le caratteristiche di una vera e propria emergenza sociale, che colpisce non solo adolescenti e giovani ma anche adulti e anziani. Il meeting si prefigge di aprire una parentesi di riflessione per reagire al fenomeno e superare l’assuefazione a cui supinamente si è soliti abbandonarsi.


Hanno dato la propria adesione all’iniziativa il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo, l’assessore alle Politiche Sociali e Famiglia della Regione Lazio On. Aldo Forte, l’assessore alla Cultura e alle Politiche della Scuola Lucio Biasillo. Nel corso dell’incontro è previsto l’intervento di don Luigi Mancini, il quale delineerà il contesto sociale dei giovani d’oggi. Noemi de Bonis interverrà sul tema della dipendenza da videogiochi, mentre Elisa Pappacena ed Enrico Basso, psicologi e psicoterapeuti dell’Ass. Saman, analizzeranno le dipendenze senza sostanze, illustrando ai presenti l’esperienza dell’Associazione. Successivamente M. Paola Giardino, psicologa psicoterapeuta e responsabile del SER.T, e Rosanna Manca, assistente Sociale del SER.T, parleranno della realtà inquietante delle dipendenze nel nostro territorio – Distretto 4 dell’ASL. Concluderà i lavori l’On. Aldo Forte, assessore alle Politiche Sociali e Famiglia della Regione Lazio, da tempo attivo nel contrasto alle dipendenze con mirate iniziative sociali, il quale potrà suggerire  interventi pedagogici e terapeutici per la realtà di Fondi.

Moderatore del meeting sarà Giovanni Rega, responsabile dell’Oratorio San Pietro.

Il fenomeno delle dipendenze è allarmante e non può essere ignorato né sottovalutato. Viviamo in un contesto di mutamenti sociali in cui è necessaria un’assunzione di responsabilità da parte della Chiesa, delle Istituzioni e delle famiglie per porre un argine a questa vera e propria emergenza sociale e reagire ad ogni assuefazione.

La pubblicazione degli atti del meeting ne consentirebbe una divulgazione nelle scuole, anche al fine di far scaturire un’ulteriore occasione di dibattito e di riflessione in un successivo incontro di approfondimento.