LA IRIS SERAPO GAETA CONQUISTA GARA 1 DI FINALE CONTRO MARINO: 100-85

LA IRIS SERAPO GAETA CONQUISTA GARA 1 DI FINALE CONTRO MARINO: 100-85

*Gaetano Pietrosanto (foto Gianluca Di Fazio)*

La Iris Serapo Gaeta fa sua gara 1 della finale che vale il passaggio in DNB nella prossima stagione e lo fa in maniera netta grazie a una coralità di gioco che non ha lasciato scampo al Gruppo Amida Marino, capace di stare in partita solamente nel secondo quarto quando le bombe di Rhodes e Bertoldo avevano sistemato un po’ la situazione dopo un primo quarto di marca biancoverde. Una ripresa vemente di Siniscalco e compagni non lasciava scampo ai ragazzi di Coach Pennacchia ed il 100-85 finale sottolinea la superiorità della squadra gaetana in questa partita.

LA GARA

Inizio gara subito a panaggio della squadra biancoverde che, prima della schiacciata di Monti, piazza subito un parziale di 10-3 grazie ad un Pietrosanto enorme e con la squadra ospite capace di andare a segno solo dalla lunetta. Eravamo al 5’ ma il canestro del pivot del Marino non cambia di una virgola l’inerzia della partita anzi dopo un inizio tranquillo anche le guardie biancoverdi iniziano a far male ed Lilliu, Addessi e Macaro, in succesione,  bruciano la retina più volte ed il primo quarto si conclude con la squadra di casa in vantaggio con il punteggio di 28-15.

*Antonello Lilliu (foto Gianluca Di Fazio)*

L’inizio del secondo quarto è pirotecnico: alle due bombe di Rhodes, risponde Lilliu, ma Marino approfitta di qualche passaggio a vuoto della squadra biancoverde e grazie ancora Rhodes e Bertoldo, che non sbagliano più dalla linea dei 6.75, si riporta a solo due lunghezze di svantaggio ( 36-34 al 15’). Immediatamente dopo Capitan Siniscalco piazza una bomba che da ossigeno alla sua squadra che riprende confidenza con il canestro e grazie a Guida ed il solito Pietrosanto il vantaggio biancoverde si attesta sui 6 punti che diventa di nove a fine quarto quando Marrocco con un assist immaginifico serve Macaro che piazza a fil di sirena la bomba del 50-41.

Il terzo quarto vede un sostanziale equilibrio nei primi minuti: Marino si affida alla forza fisica di Monti, la Iris Serapo Gaeta si affida all’estro di Siniscalco e Lilliu. Ma è l’ennesima bomba di Macaro a dare il là alla fuga biancoverde: Siniscalco diventa inarrestabile, Lilliu non sbaglia più nulla, la difesa disposta da Coach Nardone  una montagna insormontabile da superare per il Marino e così si va all’ultimo quarto con il punteggio di 76-60 per la Iris Serapo Gaeta.

*Michele Guida (foto Gianluca Di Fazio)*

Un Marino mai domo, all’inizio dell’ultimo quarto, con un parziale di 6-0, si porta a -10 ( 76-66 al 32’) ma a questo punto sale in cattedra Marrocco che diventa devastante in quanto palle recuperate, Assist ed in particolare canestri pesantissimi; di questo ne beneficiano un po’ tutti sui compagni, da Siniscalco a Lilliu, da Macaro a Pietrosanto fino ad arrivare ad Addessi che piazza la bomba del 100-73 (38’). A questo punto iniziando i cambi e le meritate standing ovation di un Palamarina in visibilio: Marino approfitta del rilassamento della squadra biancoverde per piazzare un parziale di 12-0 che rende meno amara la sconfitta.

Vittoria che comunque non deve far rilassare i ragazzi di Coach Nardone, che hanno fatto loro la prima di una serie difficile contro una squadra forte e questo il tecnico biancoverde lo sa benissimo “Parlare positivamente di questa serata è troppo facile quindi preferirei parlare di gara 2, una gara difficilissima in un campo dove in pochi sono riusciti a vincere: ci aspetterà una battaglia sportiva e noi dovremo essere pronta ad affrontarla. Sembrerà banale ma non mi stancherò mai di ringraziare questi ragazzi che in campo lasciano sempre l’anima denotando un’ attaccamento alla maglia commovente. Adesso però dovremo azzerare tutto e quindi in questi giorni ci prepareremo per la gara di giovedì come abbiamo sempre fatto ed andremo li rispettosi di un grande avversario ma senza aver paura di niente”. Le ultime parole sono indirizzate al pubblico presente al Palamarina. Un Palamarina pieno come non mai e che non ha fatto mancare mai il suo apporto calorosissimo: “Vorrei abbracciare tutti coloro che oggi sono corsi al Palamarina, sono stati fantastici e grazie anche al loro aiuto siamo riusciti a fornire una prestazione simile. Di questo ne ero convinto, visto che i miei ragazzi gli hanno ringraziati fornendo una prestazione maiuscola”.

IL TABELLINO

Iris Serapo Gaeta – Gruppo Amida Marino 100-85 ( 28-15; 50-41; 76-50)

Iris Serapo Gaeta: Lilliu 24; Pietrosanto 20, Siniscalco 17, Marrocco 7, Valerio 6, Macaro 12, Addessi 9, Guida 5, Sorrentino, Macera. Coach: Nardone

Gruppo Amida Marino: Spizzichini Simone 7, Spizzichini Bruno 2, Lucidi 6, Monti 9, Pompili 12, Ciavarro 6, Bertoldo 13, Rhodes 16, Fabrizio 4, Guiducci 10. Coach: Pennachia.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social