“MAFIA, TRASPORTI E LOGISTICA: PERCHÉ TACERE?”. DOMANI A ROMA IL PRIMO FORUM

“MAFIA, TRASPORTI E LOGISTICA: PERCHÉ TACERE?”. DOMANI A ROMA IL PRIMO FORUM

Si parlerà di legalità e infiltrazioni malavitose nei trasporti e nella logistica nel corso del Forum patrocinato dal Ministero dell’Interno in programma per domani a Roma alle 9,30 in Piazza Mastai 9.

L’allarme delle infiltrazioni malavitose è molto sentito all’interno del mondo della rappresentanza di imprese. Ne discuteranno insieme Confindustria, Confetra e Cna rispettivamente con la presenza di Ivan Lo Bello, Piero Luzzati e Paolo Govoni.

In un clima economico e sociale sempre più teso ed esasperato, l’allarme infiltrazione viene discusso nel suo aspetto più problematico. Quali risposte possibili?

Dopo oltre vent’anni di contrasto al crimine organizzato, attraverso lo strumento della confisca dei beni, il risultato è tangibile. Oltre 20 miliardi di euro il valore complessivo sottratto ai malavitosi, un dato da cui ripartire per affrontare la battaglia più impegnativa, quella della gestione di tali beni, che – se tornassero nella disponibilità dei mafiosi – rappresenterebbero la peggiore sconfitta per lo Stato italiano.

Il forum si aprirà con l’intervento di Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, associazione impegnata nella promozione della cultura antimafia e nella coraggiosa organizzazione della gestione dei beni confiscati ai malavitosi.

A livello comunitario, Rosario Crocetta, in qualità di vice presidente della neonata Commissione antimafia europea illustrerà il rapporto e il contrasto delle mafie a livello internazionale.

Anna Canepa, magistrato della direzione nazionale antimafia, con Alfredo Mantovano, ex sottosegretario all’Interno, approfondiranno invece il rinnovato impulso nella lotta al crimine organizzato a livello nazionale, con un focus sul settore logistica e trasporti.

Infine, il giornalista Giovanni Tizian e la professoressa Rita Palidda dell’Università di Catania illustreranno dal punto di vista dell’informazione e della ricerca, il valore e l’importanza della denuncia.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]