SPERLONGA, REPORT SUL CONSIGLIO COMUNALE: COSAP, IMU E TASSA DI SOGGIORNO

*Il vicesindaco Francesco Faiola*

Sono stati approvati tutti i punti all’ordine del giorno nella seduta del Consiglio Comunale di Sperlonga del 23 maggio scorso. Tra gli esercizi più importanti quello dell’esame ed approvazione del rendiconto esercizio finanziario 2011, da cui risulta un avanzo positivo di 894.186,69 euro, di cui 108.918,77 per fondi vincolati, 638.000 per finanziamento spese in conto capitale e 147.267,92 di fondi non vincolati. Questo significa che le spese in conto capitale prevedranno la realizzazione di opere di urbanizzazione che vanno a completare il piano di riqualificazione della zona residenziale della città, dotandola così di un efficiente sistema fognario, di adeguata illuminazione e di marciapiedi e quant’altro concorra al miglioramento della vita nella parte più “giovane” della città di Sperlonga.

Sono state altresì approvate modifiche ed integrazioni relative al regolamento dell’imposta di soggiorno, laddove spazi sono stati lasciati dal legislatore nazionale. Chi vive a Sperlonga (fitto per un anno) non pagherà la tassa in questione, mentre questo anno (sono stati inclusi i B&B) anche per i campeggi la tariffa sarà di un euro per ogni giorno di pernottamento a persona (per i campeggi si dimezzerà nel 2013). Saranno invece esclusi dalla riscossione dell’imposta i gruppi fino al 31 ottobre di quest’anno, rispettando così accordi già precedentementi trovati per convogliare gli stessi sul territorio.


“Abbiamo così accolto – spiega il vicesindaco Francesco Faiola con delega al Turismo e al Bilancio – le richieste delle associazioni di categoria come la ‘Sperlonga Turismo’ e l’Assoalbergatori, evitando dunque che la tassa di soggiorno si riperquotesse negativamente su tutto l’indotto produttivo della città. Ricordo soprattutto ai nostri visitatori, coi quali mi scuso per questo nuovo balzello imposto dall’alto, che si tratta comunque di un’imposta sperimentale: a fine anno tracceremo un bilancio”.

Per quanto riguarda il quinto punto all’ordine del giorno, “determinazioni aliquote e detrazioni per l’applicazione dell’IMU”, il Consiglio Comunale di Sperlonga si è sostanzialmente allineato alle disposizioni del legislatore nazionale, imponendo lo 0,76% di base, lo 0,4% all’abitazione principale e lo 0,2% per i fabbricati rurali. Importante informazione per la cittadinanza è pure l’approvazione della riapertura dei termini per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, prorogando dunque questa possibilità fino al 30 luglio di quest’anno.

Infine l’approvazione del nuovo schema della convenzione per la gestione del servizio idrico integrato, approvato dalla conferenza dei sindaci e dei presidenti dell’ATO4 Lazio Meridionale Latina, ma soprattutto quella del nuovo regolamento COSAP. La relazione dell’argomento è stata affidata all’assessore al Commercio e all’Attività produttive del Comune di Sperlonga, Joseph Maric, il quale ha spiegato come aumenteranno le tariffe per le attività commerciali che rimarranno aperte meno di 100 giorni all’anno. Quest’ultime, difatti, pagheranno cinque volte in più rispetto al precedente regolamento, ovvero da 55 a 250 euro al metroquadro (relativo alle attività del centro storico, fascia A), mentre sborserà appena 40 euro chi deciderà di alzare serranda per più di 300 giorni su 365.

“E’ una sorta di meritocrazia – afferma ancora Faiola – che premia chi lavora di più e contribuisce ad una Sperlonga da destagionalizzare: non si può pensare di restare aperti solo nei fine settimana o nei mesi estivi, ne va del futuro di questa nostra città. Si tratta di un piccolo successo raggiunto di concerto con l’Assessorato al Commercio, il quale ha effettivamente provveduto a pianificare questo nuovo regolamento”.