ACCORDO COMUNE-PROVINCIA PER APRIRE AL PUBBLICO LA ZONA DI VALMONTORIO IN QUESTA STAGIONE ESTIVA

ACCORDO COMUNE-PROVINCIA  PER APRIRE AL PUBBLICO LA ZONA DI VALMONTORIO IN QUESTA STAGIONE ESTIVA

È stato firmato tra il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani e il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi un protocollo d’intesa per “la valorizzazione ambientale finalizzata a una migliore fruibilità degli ambiti naturalistici del territorio del Comune di Latina”, nel caso specifico dell’apertura al pubblico dell’area demaniale in località Valmontorio.
Il Comune di Latina, infatti, intende procedere all’apertura di Valmontorio, area attualmente inibita all’accesso, per il solo periodo estivo al fine di consentirne l’accesso all’arenile e alle zone adiacenti.
Per consentire la fruibilità di questa zona occorre predisporre una attività di bonifica, recupero ambientale, riordino accompagnata dalla riorganizzazione di percorsi e segnaletica al fine di rendere compatibile la fruizione alla tutela ambientale.
Nel protocollo firmato la Provincia si impegna a prestare il proprio contributo finanziario a sostegno dell’iniziativa promossa dal Comune di Latina al fine di consentire la bonifica del sito di Valmontorio, favorendone la fruizione pubblica in condizioni di sicurezza e di compatibilità ambientale.
A sua volta il Comune di Latina si impegna ad utilizzare tale fondi per la realizzazione degli interventi in questione:
“L’apertura di Valmontorio per questa stagione estiva offrirà alla cittadinanza e numerosi turisti la possibilità di godere di un’area di pregio naturalistico e ambientale – afferma il sindaco Giovanni Di Giorgi – Per questo rilevo con soddisfazione l’impegno dell’amministrazione provinciale, grazie alla sensibilità del presidente Armando Cusani, con l’importante contributo del vice presidente del Consiglio provinciale, Renzo Scalco, per questa collaborazione in una iniziativa di grande interesse, capace di valorizzare una zona di rilevante attrazione turistica e di grande valenza ambientale. Un lavoro compiuto in sinergia tra le due istituzioni e che vede l’impegno diretto anche dell’assessore all’ambiente Fabrizio Cirilli. Del resto – continua il primo cittadino – è nostra precisa intenzione valorizzare l’intero nostro litorale attraverso iniziative mirate nell’ambito di una programmazione complessiva che possa consentire di valorizzare uno straordinario patrimonio che ha delle potenzialità enormi. Su questa strada decisiva è la collaborazione con la Provincia, nell’ambito anche delle competenze riservate a tale ente in materia ambientale. Il nostro obiettivo immediato è restituire Valmontorio ai nostri cittadini”.

“La Provincia ritiene di interpretare a pieno titolo per le sue competenze di area vasta, il ruolo di ente promotore delle politiche per l’ambiente- evidenzia il Presidente Cusani – coinvolgendo le diverse componenti sociali e civili, in una logica di sviluppo sostenibile, di uno sviluppo, cioè, sano, giusto e durevole, in grado di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere le capacità delle generazioni future di soddisfare i propri. Come Provincia, infatti, abbiamo sin qui svolto un ruolo strategico per ottenere il miglioramento delle condizioni ambientali su specifiche materie quali i rifiuti, l’energia, la qualità dell’aria e dell’acqua, la tutela del suolo e del sottosuolo ed il recupero di un territorio.”
“Secondo le linee tracciate dal Programma di Governo della XVI Consiliatura – continua Cusani – la tutela ambientale e la promozione di uno stile di vita sano, rispettoso della natura, costituisce un volano per l’economia turistica ispirata ai temi della green age ed a quei valori che animano questa filosofia di vita da considerare sotto altri e diversi fattori che inevitabilmente la condizionano: fisici, sociali, economici sino agli stili di vita ed ai comportamenti che governano una determinata comunità. L’ambiente e la valorizzazione delle aree naturalistiche è essenziale per la crescita di un territorio nelle tutte le sue variegate sfaccettature per i riflessi positivi che indiscutibilmente riverbera sulla qualità della vita. Il ripristino ambientale mediante le tecniche bio – naturalistiche significa apprendere dalla natura stessa l’importanza di gestire il territorio e le sue risorse con canoni eco compatibili, recuperando al contempo i modi e i tempi dell’equilibrio antico fra uomo e natura.”
“Il ruolo della Provincia, in questo orizzonte, è di essere punto di riferimento politico ed organizzativo per la produzione, il coordinamento, il sostegno, la promozione di azioni e iniziative mirate a diffondere una nuova cultura ambientale ad aumentare il benessere della popolazione- tiene a precisare sempre Cusani – La Provincia di Latina punta così a costruire una rete provinciale di rapporti, collaborazioni, partenariati nell’ambito dello svolgimento di alcuni programmi concordati e reputati di grande interesse, realizzando una serie di iniziative volte a valorizzare il patrimonio ambientale locale, al fine di accrescerne e migliorarne la fruibilità dei cittadini.”
Provincia di Latina e Comune di Latina, quindi, intendono valorizzare il paesaggio circostante l’arenile del Valmontorio come risultato dell’integrazione tra componenti ecologiche, naturali e culturali. Il progetto di valorizzazione del sistema dei beni naturali, paesistici e architettonici si avvale della realizzazione di percorsi di accesso che, prendendo spunto dalle greenways, uniscono finalità ecologiche, fruitive e percettive interconnettendo le aree ad attrezzature e servizi attraverso una rete di accessibilità ricreativa e turistica. L’obiettivo che la Provincia di Latina e il Comune di Latina si pongono è quello di ripristinare l’ambiente naturale preesistente allo stato di degrado, eliminando i detrattori ambientali ed i fattori inquinanti con un intervento mirato di bonifica e risanamento ambientale a tutela delle matrici autoctone della vegetazione e del suolo”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }