MAFIE, COMMISSIONE REGIONALE SICUREZZA LAZIO INCONTRA FORUM GIOVANI

La commissione speciale Sicurezza ed integrazione sociale, lotta alla criminalità, presieduta da Filiberto Zaratti, ha incontrato oggi in audizione i rappresentanti del Forum Giovani del Consiglio regionale del Lazio, organismo istituto nel 2011 al fine di acquisire una conoscenza specifica ed approfondita della condizione giovanile e di coordinare gli interventi e le politiche degli enti locali a favore dei giovani nonché di garantire una rappresentanza del mondo giovanile nelle sedi istituzionali.

Oggetto dell’incontro, le azioni e le iniziative per diffondere la cultura della legalità nel Lazio.
“Sono certo – ha spiegato il presidente Zaratti – che questa tematica rappresenti un terreno comune per la Commissione e per il Forum. È da tempo che insistiamo, in questa sede, sul fatto che nel Lazio si sia passati dalla fase dell’infiltrazione malavitosa a quella del radicamento criminale. Ne sono riprova i crescenti reati-spia: gambizzazioni, incendi dolosi, attentati intimidatori a imprese e commercianti. La storia ci insegna che purtroppo non se ne viene a capo soltanto attraverso una strategia di tipo militare, ma che è necessario permeare la società, a partire dai giovani, di una convinta e consapevole cultura dell’antimafia, a tutti i livelli”.

Invito raccolto con favore dal vicepresidente della commissione del Forum dedicata alla Legalità, Mattia Ciampicacigli, che ha auspicato un proficuo lavoro comune, a partire dalla creazione di gruppi di lavoro per animare progetti rivolti alle scuole superiori e per monitorare, insieme alle altre istituzioni regionali, il delicato mondo dell’economia sommersa, vero serbatoio per il malaffare.

Di una “vera e propria emergenza democratica” ha parlato Stefano Scardala, della commissione Legalità del Forum; il suo collega Cristian Alicata ha definito i giovani “i primi protagonisti di un rinnovamento etico della società”.

I consiglieri presenti, primo tra tutti Giancarlo Miele, delegato al Forum dal presidente del Consiglio regionale Mario Abbruzzese, hanno plaudito all’iniziativa odierna. “Il nostro impegno contro le mafie nel Lazio così come in tutto il Paese è convinto e costante – ha spiegato -: ne è ulteriore testimonianza la grande manifestazione commemorativa delle figure di Falcone e Borsellino che ci apprestiamo a celebrare il 15 maggio prossimo qui alla Pisana, così come la legge contro il caporalato sottoscritta da tutti i membri della commissione speciale Sicurezza, a prescindere dal colore politico”.

La consigliera Anna Maria Tedeschi ha espresso la propria vicinanza e il proprio sostegno ai giovani del Forum, mettendoli in guardia “da una malapolitica che, così come la malavita, riesce oggi, pur con strumenti e metodi più raffinati, a sfruttare a proprio piacimento le nuove leve della nostra società, conscia delle fragilità determinate dalla profonda crisi occupazionale che colpisce le giovani generazioni”.

Presenti all’audizione anche il consigliere Rocco Berardo e il vice presidente Pino Palmieri.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social