PULLMAN DI APRILIA FINISCE IN UNA SCARPATA: 5 MORTI E 18 FERITI

PULLMAN DI APRILIA FINISCE IN UNA SCARPATA: 5 MORTI E 18 FERITI

Incidente mortale sull’A13. Un pullman si è ribaltato, uscendo di strada e rotolando giù per una scarpata. Il bilancio è di 5 morti e 18 feriti.

Partito da Aprilia, il pullman viaggiava in direzione di Padova e l’incidente è avvenuto all’altezza di Terme Euganee (le prime immagini sono state fornite da Youreporter.it). A bordo un gruppo di 23 carabinieri in congedo e loro familiari che stava andando a Jesolo, per il 22esimo raduno nazionale dei carabinieri che si concluderà domani con una sfilata finale. In segno di lutto per oggi sono stati annullati tutti gli eventi in programma.

Le vittime sono quasi tutte di Aprilia, in provincia di Latina. Si tratta di Roberto Arioli, di Aprilia, 57 anni, presidente dell’associazione carabinieri in congedo della cittadina laziale; Maria Aronica, di Aprilia, 57 anni; Settimio Iaconianni, 75 anni, di Aprilia; Gianfranco Gruosso, 42 anni, di Aprilia; Maria Domenica Colella, 64 anni, di Pico (Frosinone).

Illeso ma sotto shock l’autista 39enne, ricoverato in ospedale, in via precauzionale, insieme a tutte le persone che erano a bordo del pullman.

Sulle cause due sono le ipotesi al vaglio delle forze di polizia. Secondo quanto apprende l’Adnkronos, potrebbe trattarsi o di un malore dell’autista oppure, molto probabile, di un colpo di sonno.

Il mezzo infatti si sarebbe accostato molto lentamente e per un buon periodo di tempo al margine della carreggiata per poi addossarsi al guardrail e inevitabilmente ribaltarsi fuoristrada ad un passo da un viadotto.

Una giornata attesa con grande impazienza, il XXII raduno dell’Arma in programma a Jesolo. “Era una giornata tanto attesa – raccontano nella sede nazionale all’Adnkronos-. Sul pullman non c’erano soltanto carabinieri in congedo. Ma anche tantissimi simpatizzanti con le loro famiglie. Per il raduno è partito anche un simpatizante, poco piu’ che ventenne. Doveva essere una giornata da trascorrere nella nostra grande famiglia”.

Cordoglio e ”solidarietà” ai feriti è stata espressa dal capo dello Stato, Giorgio Napolitano. Ad Aprilia sarà proclamato il lutto cittadino mentre una delegazione dell’amministrazione comunale, nella giornata di domani, raggiungerà il padovano.

[AdnKronos]

PULMANN RIBALTATO, POLVERINI: LUTTO CHE COLPISCE CITTA’ DI APRILIA E REGIONE LAZIO

“Un grave lutto che colpisce la città di Aprilia e la nostra regione e che ci addolora profondamente. Voglio rivolgere il cordoglio mio e della Regione Lazio alle famiglie delle vittime, all’Associazione nazionale Carabinieri, a tutta la comunità di Aprilia”. Lo dichiara la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, in merito all’incidente accaduto nei pressi di Padova dove si è ribaltato un pullman partito da Aprilia e diretto al raduno dell’associazione a Jesolo.

“Siamo vicini ai feriti con i quali condividiamo questo momento di grande tristezza – aggiunge la presidente Polverini -. L’associazione nazionale carabinieri collabora da anni con passione con la Protezione civile regionale mettendo a disposizione esperienza e impegno con encomiabile spirito civico e di solidarietà. E’ una giornata triste – conclude Polverini -, che tocca nel profondo la città di Aprilia e tutti noi”.

TRAGEDIA SULL’A13, BRIEFING PERMANENTE NELL’UFFICIO DEL SINDACO DI APRILIA

Il sindaco f.f. del Comune di Aprilia Antonio Terra, appresa la tragedia che ha colpito l’Associazione Nazionale Carabinieri per il grave incidente stradale occorso sull’A13 in provincia di Padova al pullman sul quale viaggiavano i volontari dell’associazione e i loro familiari, ha istituito immediatamente un briefing presso il suo ufficio.

Altresì il sindaco f.f. Terra ha preso contatti con il dottor Enrico Rinuncini, sindaco di Ponte San Nicolò (PD), sul territorio del quale si è consumata la tragedia, con le autorità civili e la Prefettura del posto, per essere costantemente informato. Quindi ha incontrato una delegazione dell’Associazione Nazionale Carabinieri alla quale ha manifestato il cordoglio personale e dell’intera amministrazione per quanto accaduto. Nelle prossime ore sarà proclamato il lutto cittadino e saranno messe in opera tutte le azioni opportune.

Una delegazione dell’amministrazione comunale, nella giornata di domani, raggiungerà il padovano. Nel frattempo, in segno di lutto e nell’attesa di notizie ufficiali sul numero e l’identità delle vittime, sono da ritenersi annullate le iniziative pubbliche già programmate per i prossimi giorni.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]