SERAPO VOLLEY GAETA SCONFITTA 3-0 DAL GAIA ENERGY CASANDRINO

La Serapo Volley Gaeta torna a mani vuote dalla trasferta del PalaVesuvio di Ponticelli (Napoli) incassando in un’ora e 24’ un pesante 3-0 (25-21, 28-26, 25-11) per mano della Gaia Energy Casandrino. Una battuta d’arresto inattesa che non pregiudica, a tre turni dal termine della regular season, il raggiungimento del terz’ultimo posto lontano sette lunghezze e rimasto invariato in seguito al ko interno (0-3) della Medical Center Potenza contro i teramani di Pineto, che hanno scavalcato al quarto posto in classifica il tandem Casandrino-Zammarano Sportlab. Scontata invece la vittoria esterna di Pizzo Calabro, ora a quota 20, sul parquet della già retrocessa Mymamy Reggio Calabria. Peccato perchè il match contro i partenopei era nettamente alla portata di Miscione e compagni, vogliosi soprattutto di riscattare il ko del girone d’andata caratterizzato da non poche polemiche.

Tornando al confronto del week-end, il tecnico della Serapo Tony Bove sceglie lo starting six iniziale formato dalla diagonale Pazzoni-De Luca, centrali Miscione-Campanini e schiacciatori Andriano e Ranieri Tenti. Dall’altra parte della rete il coach campano Michele Romano parte con Mari-Flaminio martelli (lo sloveno Bajdak è in panchina), diagonale Beccaro-Dal Molin, centrale Minenna e il libero Silvestre a completare il quadro.

Partenza tutta dei padroni di casa, che volano sia a muro (4 punti) che in attacco (18 punti su 36), accumulando un discreto vantaggio. La Serapo non ci sta e risponde colpo su colpo, ma nella fase calda Casandrino, trascinata dal solito friulano Dal Molin, vola sul 24-21, prima che sia proprio il giocatore più temuto tra i gaetani a chiudere i giochi sul 25-21.

Nel secondo parziale, decisamente molto equilibrato, l’episodio chiave arriva sul 18-18. Il regista gaetano Pazzoni si ferma per un piccolo infortunio ma non l’azione, con Dal Molin lesto ad approfittarne. Vibrate le proteste di Ranieri Tenti, che però viene ammonito dall’arbitro. Si arriva allo sprint finale con la Gaia Energy in leggero vantaggio (22-20). Prima Benaglia e poi Beccaro portano sul 24-20, prima della reazione d’orgoglio della Serapo che trova in De Luca (14 punti finali) il suo uomo guida. Romano chiama il time-out per spezzare l’avanzata biancazzurra e la partita prosegue ai vantaggi fino al 27-26 quando sarà lo stesso De Luca a sparare fuori la risposta.

Sotto 2-0, sconforto nell’ambiente gaetano, che psicologicamente accusa il colpo subendo nel terzo set un pesante 25-11 in cui Casandrino si dimostra letale con il tandem Dal Molin-Mari.

“Non abbiamo giocato sicuramente sui nostri standard di rendimento – commenta lo schiacciatore gaetano Lorenzo Ollari – Di fronte avevamo una squadra non imbattibile, ma temibile soprattutto in casa. Potevamo fare di più soprattutto nei primi due set in cui abbiamo giocato alla pari mancando nelle fasi decisive. Nel terzo parziale, invece siamo usciti totalmente di scena. Ora il nostro pensiero è già rivolto al match casalingo del prossimo week-end contro Reggio Calabria, già matematicamente retrocessa e ancora a secco di punti. Cercheremo di cancellare il passo falso di Napoli”.

GAIA ENERGY CASANDRINO: Flaminio 8, Beccaro 8, Bajdak, Silvestre (L), Dal Molin 19, Aversano, Minenna 10, Preziuso, Benaglia 7, Zoccola, Picillo, Mari 9. All. Romano

SERAPO VOLLEY GAETA: De Luca 14, Di Nucci (L), Campanini 3, Ranieri Tenti 5, Andriano 7, Di Gabriele, Miscione 2, Pazzoni, Ollari 1, Durante 2, Giglio, De Meo (L). All. Bove

ARBITRI Cosimo Costa di Campobasso e Ivan Grosso di Isernia

PARZIALI: 25-21 (29’), 28-26 (35’), 25-11 (20’)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }