ACQUALATINA: L’ASSEMBLEA DEI SOCI APPROVA LA RIDUZIONE DEL NUMERO DI CONSIGLIERI PROPOSTA LO SCORSO 4 APRILE DAL CDA

Si è riunita oggi, nella sede legale di Acqualatina S.p.A., l’Assemblea straordinaria dei Soci con all’ordine del giorno la modifica dello Statuto sociale in merito alla riduzione del numero dei Consiglieri di Amministrazione.

L’Assemblea, all’unanimità, ha approvato la nuova formulazione dello Statuto, che riduce da 7 a 5 il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione, al fine di contenere il costo degli organi societari; in questo modo i componenti designati dai Soci pubblici si riducono a 3 e a 2 quelli designati dai Soci privati.


Risulta doverosa, poi, una precisazione in merito alle dichiarazioni pubbliche del sindaco facente funzione di Aprilia, Antonio Terra, in merito alla tempestività della convocazione per l’Assemblea odierna.

“L’assemblea si è tenuta in maniera del tutto valida e legittima – afferma il presidente di Acqualatina Giuseppe Addessi – Tuttavia, atteggiamenti come quello del Comune di Aprilia, non favorendo di certo i lavori, oltre ad essere del tutto erronei ed infondati, si dimostrano sempre e comunque pregiudizialmente contrari alla Società, nonché agli altri Comuni soci i quali, dimostrando l’usuale senso di responsabilità, sono stati presenti all’Assemblea”.

Al contrario di quanto sostenuto dal sindaco Terra, infatti, e come certificato dal verbale assembleare sottoscritto anche dal notaio rogante, la convocazione è stata inviata e ricevuta da tutti i Comuni dell’ATO4, Aprilia compresa, entro i termini previsti dal vigente Statuto societario che, all’articolo 15, fissa in 8 i giorni di preavviso dovuti ai Soci.