ITRI – FATTO BRILLARE RESIDUATO BELLICO TROVATO DURANTE IL TAGLIO DELLA LEGNA PER I FALO’ DI SAN GIUSEPPE

ITRI – FATTO BRILLARE RESIDUATO BELLICO TROVATO DURANTE IL TAGLIO DELLA LEGNA PER I FALO’ DI SAN GIUSEPPE

Intervento congiunto, ieri a Itri, da parte degli Artificieri dell’Esercito Italiano, dei Carabinieri della locale stazione e dei Vigili urbani del posto. Il lavoro sinergico si è reso necessario per far brillare un residuato bellico della seconda guerra mondiale, venuto alla luce nel periodo che precedeva la festività di San Giuseppe quando, nel tagliare la legna da destinare ai nove falò in programma il 19 marzo nei rioni del paese, gli addetti a questa operazione trovarono nei boschi del versante nordorientale della fascia collinare un proiettile di cannone. Il residuato risultava perfettamente attivo, come si era potuto evincere dal tempestivo sopralluogo effettuato dagli operatori del reparto Artificieri dell’Esercito, per cui si era resa necessaria la
sua provvisoria collocazione in un luogo sicuro. Ieri, poi, dopo essere stato trasportato in una cava estrattiva sulla Itri-Formia, è stato fatto brillare. Si trattava di un proiettile di cannone lanciato dalle truppe alleate e rimasto inesploso. Purtroppo quello di ieri non è l’unico residuato bellico trovato negli undicimila ettari del territorio comunale. Si contano a decine i ritrovamenti, anche dopo alcuni decenni alla fine del conflitto, di bombe, mine e proiettili, qualcuno dei quali ha lasciato segni tragici, mentre molti hanno segnato rammaticamente
l’esistenza di persone, in maggior parte ragazzi, rimasti feriti in maniera irrecuperabile dall’esplosione delle armi belliche rimaste attive sotto terra. Da parte dei responsabili della sicurezza per queste problematiche è giunto l’invito a non sottovalutare il rischio sempre in agguato soprattutto in occasione di scavi o di movimento terra.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social