PRESENTAZIONE IN GRANDE STILE PER LA SOCIETA’ CICLISTICA “IL PIRATA”

PRESENTAZIONE IN GRANDE STILE PER LA SOCIETA’ CICLISTICA “IL PIRATA”

Presentazione in grande stile per “Il Pirata”, società ciclistica setina impegnata nel campionato interprovinciale amatori che da quest’anno può vantare anche con un rigoglioso settore giovanile. Nella cornice dell’Hotel Excelsior i dirigenti, guidati dal presidente Andrea Campagnaro, gli atleti agonisti, i cicloturisti e i ragazzi, divisi nelle categorie giovanissimi ed esordienti, si sono presentati ai tifosi e agli sponsor. Una serata di gala con ospiti illustri come i ciclisti professionisti Simone Campagnaro, del team Nippo, e Alessandro Proni, dell’Acqua & Sapone. È stata l’occasione per presentare la nuova divisa sia per i grandi che per i più piccini e procedere all’estrazione della lotteria dove c’era come primo premio una bicicletta da passeggio “Regina”. Un appuntamento riuscitissimo dove l’entusiasmo e la voglia di vincere sono state le colonne portanti dell’intera serata. “Voglio dedicarmi con tutte le mie forze – ha spiegato il presidente del sodalizio gialloblù Andrea Campagnaro – a questi ragazzi giovani. Potranno prendere esempio dai ciclisti più esperti che sono già con noi e che in questi anni ci hanno regalato grandi soddisfazioni. Siamo una società giovane ma stiamo costruendo qualcosa di importante”. Ospite graditissimo anche il presidente provinciale della Federazione Italiana Ciclismo Enrico Lo Sordo che ha voluto salutare “Il Pirata”. “Sono ormai più di 40 anni – ha dichiarato Lo Sordo – che sono nel ciclismo e il motore vero è il settore giovanile. Faccio il mio più grande in bocca al lupo a questa società che ha già fatto tanto. La passione muove le leve del ciclismo e non solo e questa passione non deve mai spegnersi”. Primi appuntamenti sportivi per Il Pirata già a partire dal mese prossimo quando saranno in gara sia gli agonisti che i ragazzi del settore giovanile.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }