ANDREOLI LATINA: UN PUNTO CON MODENA CHE VALE LA SALVEZZA

L’Andreoli recupera lo 0-2 iniziale e porta Casa Modena al tiebreak. Conquista un punto che significa la matematica certezza di restare in A1, mentre per gli emiliani la vittoria che interrompe il digiuno di quattro giornate. Una gara di non altissimo livello tecnico in cui la panchina è riuscita con l’agonismo a spettacolarizzare la gara. Casa Modena sprecona con 38 errori tra battute e attacco, mentre l’Andreoli al contrario limita gli sbagli solo 2 in attacco oltre alle 14 battute.

Primo set tutto a favore degli ospiti che mettono pressione con il servizio già in avvio, sul 2-5 Prandi è costretto già a chiamare tempo, Casa Modena allunga 11-16 e chiude 17-25 con 3 ace e tre muri. Non cambia l’inezia del gioco nel secondo set con gli emiliani avanti 5-11, Prandi prova a inserire Fragkos e la diagonale Guemart-Troy, gli ospiti allungano 14-21, tardiva la rimonta dei locali che si ferma sul 20-24 con il finale sul 20-25. Terzo set con Prandi che promuove la panchina e la situazione si ribalta con i pontini avanti 17-12, gli ospiti recuperano e si va ai vantaggi con un muro di Guemart a chiudere il set sul 28-26. Prandi mantiene la formazione, equilibrio di quarto set fino all’allungo sull’15-11, Modena recupera fino al 17-16 ma i locali mantengono il vantaggio e riescono a chiudere sul 25-22. Tiebreak con Casoli in campo e gli ospiti si portano avanti 6-10 e chiudono la gara sul 12-15.

IL MATCH

Silvano Prandi propone Sottile in regia e Jarosz opposto, Cester e Gitto centrali, Rivera e Diachkov schiacciatori e De Pandis libero. Daniele Dagnoli risponde con Esko al palleggio e Dennis opposto, Piscopo e Sala al centro, Martino e Anderson schiacciatori, Manià libero.

Contrattacco di Dennis (0-1), Anderson e ace di Dennis, 2-5 e Prandi chiama tempo. Muro di Piscopo, 4-8 per il primo tempo tecnico. Errore di Anderson (9-11), muro di Sala (10-14), e ace di Sala aiutato dalla rete per l’11-16 del secondo tempo tecnico. Piscopo (12-18), Dennis di prima intenzione, 13-20 e i pontini chiamano timeout. Si riprende con un ace di Martino (13-21) e il set si chiude 17-25.

Stessi sestetti nel secondo set, ace di Rivera (1-0), muro di Sala (3-4), errore di Diachkov e palla dubbia data a Modena (3-6). Contrattacco di Dennis (5-9) dentro Fragkos, Dennis di prima intenzione, muro di Martino (5-10), doppio cambio con Troy e Guemart in campo, muro di Dennis (6-13), muro di Cester (8-13), errore di Dennis (10-14), Esko (10-16). Muro di Piascopo, 14-21 e i pontini chiamano tempo. Errore di Sala (18-23), muro di Gitto (20-24), e il set si chiude con una pipe di Anderson sul 20-25.

Nel terzo set Prandi conferma Guemart, Troy e Fragkos. Bagnoli parte con Bellei in battuta che mette a segno l’ace dello 0-1, Gitto di prima intenzione (2-1) e si va sull’8-7 nel primo tempo tecnico. Ace di Diachkov (11-9), ace di Guemart, 14-11 e Bagnoli chiama tempo. Fallo di Esko (15-11) per il 16-12 del secondo tempo tecnico. Muro di Cester (17-12), muro di Sala (17-14), contrattacco di Anderson, 18-16 e timeout Latina. Doppio muro di Piscopo, 20 pari e Prandi chiama tempo. Dentro Rivera per il giro dietro, sul 22-21 timeout di Bagnoli. Ace di Dennis (24-25), contrattacco di Diachkov (26-24), muro di Guemart e il set si chiude sul 28-26.

I tecnici confermano i sestetti del set precedente nel quarto, contrattacco di Diachkov (1-0), ace di Cester (3-1), Dennis e Sala (3-4), Fragkos di prima intenzione 8-7 per il primo tempo tecnico. Errore di Piscopo (9-7), contrattacco di Diachkov, 11-8 e Bagnoli chiede tempo. Errore di Fragkos (11-10), doppio contrattacco di Diachkov (15-11), e i modenesi fermano il gioco. Dentro Casoli, ace di Anderson, 15-13 e timeout Latina. Errore di Dennis (17-13), ace di Sala e Piscopo di prima intenzione (17-15), dentro Rivera per rafforzare la ricezione, ace di Gitto (19-16), doppia di Esko (20-16) che viene subito sostituito con Carletti, muro di Sala (22-20), Gitto che finalizza un quasi ace dell’appena entrato Jarosz (24-20), ace di Dennis (24-22) timeout Latina. Si torna in campo un errore al servizio di Dennis per il 25-22.

Tiebreak con Casoli e Bellei (quest’ultimo solo per la battuta) in avvio, muro di Troy su Anderson (2-0), contrattacco di Dennis (2-2), incomprensione in casa Latina (3-4), muro di Casoli (4-6) e timeout per i pontini, si cambia campo sul 7-8. Muro di Piscopo e contrattacco di Dennis, 6-10 e Prandi chiama tempo. Dentro Jarosz che mette a segno un ace, 10-12 e Bagnoli chiede tempo. Dennis sbaglia il contrattacco del match point, 12-14 e Modena ferma di nuovo il gioco. Ma si riprende e il cubano chiude la gara sul 12-15.

Andreoli Latina-Casa Modena 2-3 (17-25, 20-25, 28-26, 25-22, 12-15)

Andreoli Latina:  Sottile, Rivera 1, Cester 7, Jarosz 4, Diachkov 20, Gitto 9; De Pandis (L), Fragkos 8, Troy 11, Guemart 2. N.e: Galabinov, Tailli (L). All. Prandi

Casa Modena: Martino 10, Piscopo 12, Dennis 25, Anderson 24, Sala 17, Esko 3; Manià (L), Carletti, Bellei 1, Casoli 3. N.e. Castellani (L). All.: Bagnoli

Arbitri: Sobrero, Vagni

Note: 790 spettatori, 4760 ¬euro d’incasso

Durata set: 21‘, 25‘, 32‘, 29‘, 17‘. Tot. 2h04’

Andreoli Latina: Battute vincenti 6, battute sbagliate 14, muri 6, errori 16, Attacco 52%
Modena: bv 8, bs 28, m 16, e 37, a 61%

MVP: Anderson

LE INTERVISTE

Gianrio Falivene: “Ci siamo matematicamente salvati ed era il nostro obiettivo primario. Lo abbiamo fatto con largo anticipo e questo è molto importante per tutto l’ambiente. Peccato oggi per i primi due set in cui non abbiamo giocato. Ora dobbiamo pensare solo a giocare bene e a vincere”.

Silvano Prandi: “Siamo una squadra con queste risorse che se non gioca a mille fa fatica. È il mio compito quello di non arrendermi e farlo capire alla squadra e quindi provare altre soluzioni. Ora per noi non è importante arrivare ottavi o noni perché dipenderà dalla composizione dei gironi. L’importante è giocare bene”.

Mattehew Anderson: “Nei primi due set abbiamo giocato molto bene specialmente a servizio e a muro. Nel terzo set siamo calatidi rendimento specialmente al servizio. Ci siamo ripresi al quarto set ma non siamo riusciti a finalizzare la rimonta, cosa che ci è riuscita al tiebreak dove siamo ritornati ad esprimerci al nostro livello”.

Giampaolo Medei: “Devo ringraziare l’Andreoli per la targa che mi è stata consegnata ad inizio partita. I miei rapporti con loro sono ottimi con tutta la società. Non riusciamo a imporre il nostro gioco anche se abbaimo un potenziale che può competere con l’alta classifica. Ora ripartiamo da questi due punti per continuare la stagione”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]