ITRI: DAL NEO PRESIDIO “LIBERA” APPELLO CONTRO LE INFILTRAZIONI MALAVITOSE ORGANIZZATE

*Giovanna La Rocca, presidente presidio LIBERA Itri - Formia*

“I cittadini di Itri espongano alle finestre la bandiera di “Libera” in occasione della giornata simbolo della lotta all’illegalità, il 21 marzo”. L’invito giunge da Giovanna La Rocca, responsabile del presidio di “Libera” appena costituitosi anche a Itri, dove fa riferimento, come recapito, alla Bottega del Mondo, gestita dall’associazione Cose dell’altro mondo, e di cui la prof. La Rocca è presidente.

Il presidio è operativo per le realtà di Itri e di Formia dove ha la sede presso la parrocchia di Sant’Erasmo affidata alla guida pastorale di don Alfredo Micalusi. E la prof. La Rocca, già presidente della Caritas di Itri, si rivolge ai cittadini di Itri, per ribadire con forza l’invito a essere sempre attenti a denunciare i rischi di infiltrazione malavitosa organizzata, con una lettera aperta.

“L’associazione Cose dell’Altro Mondo, che opera nel nostro territorio anche attraverso la gestione della Bottega del Mondo, ha come finalità il rispetto della dignità dele persone, dell’ambiente e della giustizia sociale per uno sviluppo globale e sostenibile. Riteniamo che, per il conseguimento della giustizia, sia necessario, in sinergia con tutte le istituzioni, le agenzie educative e tutta la cittadinanza, attuare percorsi educativi che ci aiutino ad individuare nella nostra realtà quotidiana atteggiamenti protesi al raggiungimento della legaltà in ogni ambito. I comportamenti illeciti a cui stiamo assistendo in questi ultimi anni, a nostro avviso, devono preoccuparci e spingerci a riflettere e agire per consegnare alle generazioni future una società più giusta, rispettosa delle persone e delle regole della convivenza sociale. I mass media – prosegue, preoccupata, la nota-denuncia – in questi giorni, riportano di beni confiscati a gruppi o persone che, nell’indifferenza di tutta la cittadinanza, operano illegalmente anche nel nostro territorio itrano. Tutto ciò è stato possibile a causa della nostra superficialità e del miraggio di un guadagno immediato. E’ ora che cominciamo a prendere coscienza e ad assumere comportamenti di aperta condanna e di chiara opposizione a tutto ciò. Che fare? – si chiede ancora la responsabile del nuovo presidio LIBERA -. La nostra associazione propone alla cittadinanza un gesto collettivo di presa di coscienza e di manifestazione della propria opposizione ai comportamenti d’illegalità nella giornata nazionale in cui vengono ricordate tutte le vittime delle organizzazioni criminali e malavitose. Invitiamo tutti i cittadini a esporre alle proprie finestre, il 21 marzo, la bandiera di LIBERA (associazione contro tutte le mafie) come segno del nostro risveglio, desiderio di essere custodi attenti dl nostro territorio e testimoni reali per le prossime generazioni perchè ‘un altro mondo è possibile’. Per eventuali informazioni, rivolgersi a Bottega del mondo, via Sant’Apollonia,14 Itri”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

h24Social