A SPERLONGA “LUCREZIA BORGIA FEMME FATALE O VITTIMA SACRIFICALE DEL POTERE MASCHILE?”

*Marisa De'Spagnolis*

Ancora una pregevole iniziativa promossa dalla direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga, Marisa de’ Spagnolis. L’8 marzo, in occasione della festa della donna, nella sala delle conferenze della struttura museale, con inizio alle ore 17,00, si parlerà di una delle più belle e inquietanti donne del Rinascimento, Lucrezia Borgia.

Lorenzo Caricchio, storico, vicepresidente dell’Associazione A.M.A.N.S (Associazione Amici Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga), terrà una conferenza dal titolo “Lucrezia Borgia, femme fatale o vittima sacrificale del potere maschile?”. Figlia di papa Alessandro VI e sorella di Cesare Borgia detto il Valentino, famoso per aver ispirato a Machiavelli la figura del Principe, Lucrezia Borgia ebbe una vita avventurosa (tre mariti, diversi amanti, otto figli legittimi ed uno illegittimo) e, insieme a Isabella d’Este, è una delle figure più rappresentative di un’epoca.

“La scelta di Lucrezia Borgia – sottolinea la de’ Spagnolis – si inserisce nel progetto del Museo di presentare nel giorno della festa della donna personaggi femminili illustri che hanno avuto a che fare con il territorio del Lazio Meridionale. Lucrezia Borgia, infatti, per volere di papa Alessandro VI, suo padre, è stata per qualche anno governatrice di Sermoneta”.

La conferenza su Lucrezia Borgia precede, in ordine di tempo, altri imminenti appuntamenti di grande valenza e segue i riuscitissimi eventi natalizi, di fine anno e di gennaio, che hanno confermato la sistematica crescita della struttura museale come sito di grande aggregazione sia culturale che umana.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]