CHAMPAGNE BENACQUISTA ASSICURAZIONI: TRAVOLTA NAPOLI

*Tommaso Plateo*

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA BASKET – BPMED NAPOLI 73-58

Parziali: 17-16, 41-29, 56-48

Arbitri: Paglialunga di Massafra e Pansecchi di Pavia

LATINA: Gazzotti 6, Plateo 16, Tavernelli ne, Milani 17, Serena 16, Quarisa 3, Pastore ne, Romano 7, Micevic 2, Orlando 6. All. Ferrari

NAPOLI: Sabbatino, Musso 12, Bastone ne, Gatti 2, Iannilli 15, Rotondo 5 Rizzitiello 7, D’Avino, Guastaferro, Lenardon 17. All. Bartocci

Per una notte, Latina veste i panni di top team della DNA. D’un tratto, le incertezze dovute agli infortuni, lo spettro dei play out, tutti i problemi e gli scetticismi che attorniavano la Benacquista Assicurazioni sembrano di colpo scemare di fronte al 73-58 che la Benacquista Assicurazioni Latina Basket rifila alla seconda forza del campionato quale la Bpmed Napoli.

Napoli ben organizzato che fa viaggiare molto il pallone e trova in Gatti e Rizzitiello e Musso la giusta mira. La Benacquista risponde grazie ai suoi di lunghi Quarisa e Micevic e, con un Serena molto lucido al tiro completa la rimonta. A 5’ dal termine del primo parziale la prima “bomba” è di Musso per Napoli, mentre il lungo Iannilli si dimostra ottimo oltre che a rimbalzo anche al tiro. La tripla di Lenardon manda i partenopei sul +6 (8-14) a 2’ dal termine; Ma un’ impatto deciso sul match di Gazzotti, grande conquistatore di falli utili e cattivo a rimbalzo quanto basta ed una magistrale tripla di Serena chiudono il primo quarto sul 17-16 Latina.

Latina senza paura, Napoli in difficoltà. La squadra di Bartocci, si batte molto sotto la plance avversaria nel tentativo di conquistare tiri liberi preziosi, ma Latina non è da meno e con più che positivo Orlando ed un super Romano risponde per le rime.

A metà seconda frazione, entusiasmante Milani-show: 9 punti di fila completati con una grandiosa tripla ed una giocata da applausi, valgono l‘incredibile +7 a 5’30” dall’intervallo lungo (35-28).

Napoli paga la sfortuna al tiro, rendendo vana una buona prova del solito Lenardon. A regalare la prima fuga a Latina è ancora Riccardo Serena, che si conferma spettacolare da 3 con un 2/2 negli ultimi 2’ che vale il +13 Benacquista a fine secondo mini-tempo (41-28).

La gara cresce di tono nel terzo parziale, una squadra di Ferrari che giganteggia in difesa, respinge gli attacchi degli avversari. Ottimo Plateo da 3 tiene a debita distanza i biancazzurri, che puntano sui lunghi Lenardon e Iannilli per rimanere aggrappati al match. I 4 falli di Quarisa, così come la rincorsa napoletana firmata da un ottimo Rizzitiello a metà terzo parziale, preoccupano coach Ferrari. Ma il solito colpo …alla Romano dalla lunga distanza, scava un altro solco al match, nonostante Napoli continui a battersi; ed al termine del terzo parziale è ancora vantaggio nerazzurro: 56-48.

Il quarto quarto si apre con un tecnico fischiato alla panchina di Napoli, con Serena che fa 2/2 dalla lunetta. A 7’ dal termine 4 falli anche per Orlando; la Bpmed punta sulla velocità di Musso e Sabbatino, ma Latina resta grande in difesa e punge sempre con un superlativo Milani ed un Plateo dalla visione di gioco dei tempi migliori e a 5’20, un Napoli in affanno si vede sotto di 12 (66-54). A piegare le gambe ai partenopei, l’incredibile anti-sportivo di Musso ai danni di Quarisa ed il quinto fallo di Rizzitiello; a dimostrazione di come la squadra di Bartocci sembra pian piano scomparire dal campo in preda al nervosismo. A mettere il fiocco all’impresa per Latina è un incredibile “bomba” di Plateo ad1’ dal termine che vale il definitivo +17 di una notte magica.

Comments are closed.

h24Social
[ff id="2"]