SECONDO FURTO IN 100 GIORNI AL BAR MONDIAL. SONO 5 I COLPI AI DANNI DEI BAR A ITRI

Secondo colpo, a distanza di poco più di tre mesi, al Mondial Bar a Itri. Ignoti malviventi sono penetrati la notte tra mercoledi e giovedi nel locale gestito da Luigi Capotosto, già presidente della Nuova Itri e padre di Salvatore, portiere titolare della Primavera del Napoli calcio, e di suo cognato Pasquale. Il furto con scasso ha procurato loro un bottino di oltre mille euro che i proprietari avevano laciato la sera prima nel registratore di cassa. I malviventi sono entrati da una finestra posteriore, dopo aver tranciato i ferri della grata, così come avevano fatto la notte del 28 ottobre a una finestra posta accanto a quella forzata adesso e che i titolari avevano fatto riparare, facendo aumentare lo spessore dei ferri della grata. I ladri hanno scelto questo passaggio “intonso” perchè il diametro delle sbarre era minore rispetto a quello rinforzato dopo il primo blitz.

Una volta dentro, hanno puntato subito alla cassa del registratore fiscale, rinvenendovi poco più di mille euro, e  hanno lasciato perdere le casse dei videogiochi, che invece erano stati presi di mira a fine ottobre, quando la cassa del registratore era quasi vuota. Effettuato il colpo, se ne sono andati attraverso il foro praticato nella grata. A scoprire il colpo è stata come già a ottobre, la madre dell’altro titolare, Pasquale. La signora, recatasi ad aprire, come ogni mattina, alle cinque, il locale, per effettuarvi le pulizie, ha trovato il registratore di cassa privo del cassettino per i soldi che i ladri avevano portato via. A terra la signora ha trovato uno scalpello di quelli usati dai muratori per praticare fori o tracce per tubazioni nella muratura.

Sull’episodio indagano i Carabinieri della locale stazione, i quali, proprio qualche giorno fa, avevano sgominato una banda di ladri di etnia rom che si dedicavano a furti in appartamento diurni, arrestando un maggiorenne e denunciando due minorenni utilizzati per i loro raid. In paese l’episodio viene commentato con una certa dose di arguta ironia. Dato che i ladri hanno preso di mira, a partire da fine ottobre, bar attinenti l’ambiente sportivo (Mondial bar, Bar dello Sport, due volte, La piccola Caffetteria) i bontemponi hanno goliardicamente preso in giro il presidente Capotosto “impaziente di riportare il risultato in parità con il Bar dello Sport”, fino a ieri in vantaggio per 2-1 per numero di furti subiti, dopo l’iniziale 1-0 a favore del Mondial, battuta questa che il presidente Capotosto ha commentato con un sorriso anche per sdrammatizzare la contrarietà per il secondo furto con scasso subito nel giro di cento giorni, tra l’omertà generale di un quartiere tanto popoloso ma altrettanto “cieco, sordo e, soprattutto, muto”.

Tutto questo, mentre i CC si sobbarcano turni infernali di pattugliamento h24, benchè ridotti all’osso per via di un organico (cinque uomini) assurdo per una realtà tanto complessa per malavita e un territorio (il più vasto del sudpontino) di ben 11.000 ettari. Ma, nonostante che lo si vada dicendo da anni, chi dovrebbe ascoltare e applicare i dovuti provvedimenti, sembra sordo da tutte e due le orecchie, mentre una legislazione penale troppo blanda nei confronti dei delinquenti vanifica sistematicamente i pur sovrumani sforzi compiuti dai militari della Benemerita.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social