APRILIA, TRIBUTI COMUNALI: SITUAZIONE FINANZIARIA PIU’ STABILE. SUPERATE LE PREVISIONI NEL RECUPERO DELL’EVASIONE

L’assessorato alle Finanze Bilancio e Tributi del Comune di Aprilia, nel corso del 2011, ha potuto lavorare in un regime di gestione diretta dei tributi per l’intero anno solare, dopo che nel 2010 soltanto a giugno è stato inaugurato l’Ufficio Tributi. Il ritorno dell’intervento esclusivamente pubblico nelle entrate tributarie ha portato ad un immediato miglioramento delle finanze pubbliche, ad una ritrovata stabilità che ha visto come logiche conseguenze la chiusura del conto consuntivo in attivo, il rispetto dei parametri del Patto di Stabilità e il pagamento di debiti fuori bilancio.

Nel corso del 2011 è stata consolidata l’attività di riscossione dei tributi ad opera del Comune di Aprilia e sono state intraprese azioni di grande sostanza relativamente al recupero dell’evasione. Questa mattina l’Ufficio Tributi ha trasmesso al sindaco Domenico D’Alessio e all’assessore alle Finanze Antonio Pio Chiusolo la relazione sugli incassi relativi all’Ici, e a giorni è prevista quella sulla Tarsu.

Dai numeri della relazione sull’Ici prodotta questa mattina dall’Ufficio Tributi si evince che nel 2011 il Comune di Aprilia ha incassato un milione e 722 mila euro per la definizione agevolata; 306 mila euro per le annualità pregresse; 823 mila euro per le rateizzazioni richieste per accertamenti delle annualità pregresse; 120 mila per accertamenti con adesione già definiti; 122 mila euro per accertamenti con adesione da definire. A questa somma che supera i tre milioni di euro, già incassata, vanno aggiunti un milione e 190 mila notificati dalla Andreani Tributi e oggetto di ricorso, e due milioni e 48 mila euro per accertamenti, sempre dell’Andreani Tributi, ancora da valutare.

“Questo è uno di quei casi – ha commentato l’assessore alle Finanze – in cui si può tranquillamente dire che i numeri si commentano da soli. Per l’Ici, ma anche per la Tarsu, gli introiti derivanti da recupero dell’evasione hanno ampiamente superato quanto abbiamo previsto, non dico nel bilancio preventivo, ma anche nelle successive variazioni di bilancio, dettate da numeri in continuo miglioramento. Si pensi che in bilancio avevamo previsto un recupero di un milione e mezzo di euro per l’Ici e altrettanti per la Tarsu, e i numeri furono accolti con sufficienza, se non con derisione, dall’opposizione in Consiglio comunale. Col passare dei mesi abbiamo alzato la previsione del recupero per l’Ici fino a due milioni e 570 mila euro, per la Tarsu fino a due milioni e 920 mila euro. Ma siamo riusciti a superare anche queste previsioni, superando i tre milioni di recupero Ici e i tre milioni e 400 mila euro di recupero Tarsu. E si tratta di somme già incassate, traducibili in una maggiore disponibilità di cassa immediata. Abbiamo la consapevolezza che il tasso di evasione sia ancora elevatissimo ad Aprilia e che non siamo neanche a metà dell’opera, ma oggi voglio lanciare un messaggio estremamente positivo nei confronti della città. Sono tanti i cittadini che hanno scelto la definizione agevolata dei tributi perché evidentemente è cresciuto il senso di rispetto e collaborazione reciproca e la fiducia nei confronti delle istituzioni. Questo è il fatto più importante. La lotta all’evasione continua, ma non sarà una caccia alle streghe; soltanto una buona politica per allargare il giro dei contribuenti, far pagare tutti e così naturalmente abbassare le aliquote”.

Comments are closed.

h24Social
[ff id="2"]