***video***QUESTURA DI LATINA. IL BILANCIO ATTIVITA’ DELL’ANNO 2011

***video***QUESTURA DI LATINA. IL BILANCIO ATTIVITA’ DELL’ANNO 2011


Il Questore della provincia di Latina dott. Alberto Intini ha illustrato alla stampa l’attività svolta nell’anno 2011 dalla Polizia di Stato nella Provincia di Latina ed i risultati conseguiti.

***ARTICOLO CORRELATO*** ( VIDEO -bilancio annuale della Questura di Latina 2010)

 

PRIORITA’ E STRATEGIE OPERATIVE
La fine dell’anno offre la possibilità di far conoscere le strategie di prevenzione, fornire i dati sull’ attività svolta, e illustrare i relativi risultati traendo alcune considerazioni generali circa le molteplici attività della Polizia di Stato in questa Provincia.
Molti sono stati i successi soprattutto in termini di azione repressiva per l’attività degli uffici investigativi che hanno provveduto con serietà ad approfondire il contrasto alla criminalità comune ed organizzata. Indagini di spessore condotte anche con la direzione della Procura della Repubblica di Latina, e per la criminalità organizzata sotto le DDA di Napoli e di Roma hanno consentito di conseguire brillanti risultati nel contrasto a tutte quelle illegalità dirette a minare l’ordinato vivere civile.
Complessivamente negli ultimi 12 mesi la Polizia di Stato ha tratto in arresto nella provincia oltre 1150 persone e ne ha denunciate più di 338 per reati che vanno dall’associazione per delinquere, anche di stampo mafioso, al traffico di sostanze stupefacenti, ai reati contro la persona e contro il patrimonio.
L’ attività di indubbia ed efficace portata delle misure di prevenzione patrimoniali condotta da uno staff dedicato della divisione anticrimine e mirata a colpire in radice capitali e patrimoni illecitamente acquisiti, ha consentito il sequestro e la confisca sull’intero territorio della provincia di beni per un valore complessivo che ammonta a 50 milioni di euro da destinare a fini sociali.

IL CONTROLLO DEL TERRITORIO E LA POLIZIA DI PROSSIMITA’
UPGSP-SQUADRA VOLANTE

Molte attività, tra le quali quelle finalizzate alla prevenzione ed al controllo del territorio hanno contribuito a garantire una migliore percezione della sicurezza. I dispositivi di vigilanza messi in campo nell’arco delle 24 ore assicurati dall’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico sono stati potenziati con i rinforzi provenienti dal Reparto Prevenzione Crimine Lazio per cercare di prevenire e contrastare nel modo piu’ efficace l’aggressivita’ della criminalita’ predatoria che, mette in pericolo i valori piu’ intimi del cittadino.
Numerosi sono stati i servizi straordinari di controllo del territorio predisposti nell’anno in corso impegnando contestualmente oltre alla Questura, i cinque Commissariati di P.S. distaccati, la Squadra Nautica, le Polizia Locali, le Capitanerie di Porto, la Polizia Provinciale ed altri enti per una condivisione delle strategie nell’ottica di una sicurezza sempre più “integrata e partecipata”.
Durante l’anno in corso la Squadra Volante ha conseguito i seguenti risultati:

persone arrestate 59
persone denunciate 230
persone identificate 10644
veicoli controllati 6483

Nell’ambito dell’attività di soccorso pubblico gli operatori della Squadra Volante si sono distinti per aver tratto in salvo due persone rimaste intrappolate in un appartamento ove era divampato un incendio di vaste dimensioni. Nella medesima circostanza una terza persona, disabile, è deceduta e un operatore della Volante intervenuto è stato ricoverato per intossicazione.

La Sala Operativa della Questura durante il decorso anno ha ricevuto 17389 chiamate al 113, di cui 442 chiamate per interventi di soccorso pubblico.

Il Poliziotto di Quartiere ha svolto la sua attivita’ assicurando una vicinanza al cittadino sempre piu’ tangibile e tale da realizzare un’inversione profonda nei rapporti con la gente. La prossimità al cittadino e la sua partecipazione alla realizzazione di più elevati e condivisi standard di sicurezza diventano la base della sinergia tra Stato, enti locali, associazioni di categoria e volontariato garantendo risposte concrete ed efficaci a una domanda sempre più crescente di sicurezza.
La Polizia di Stato anche nell’anno 2011 ha sviluppato varie tipologie di iniziative c.d. di prossimità, proiettando all’esterno la propria immagine. Sono stati realizzati incontri con gli anziani finalizzati alla prevenzione delle truffe, ma soprattutto ci si e’ rivolti ai giovani attraverso il mondo della scuola. Il concorso/progetto “il poliziotto un amico in più” giunto all’11^ edizione anche quest’anno ha coinvolto le scuole pontine, primarie e secondarie di primo grado. Il concerto per la legalità, quest’anno dal titolo “uniti nei valori”, ha visto salire sul palco de gran teatro di Roma due alunni del liceo scientifico L.B. Alberti di Minturno, giovanissimi autori (appena diciassettenni) di una composizione musicale “rap” sul tema della legalità e che sono risultati vincitori del concorso nazionale.

L’ORDINE PUBBLICO

Anche l’anno 2011 ha fatto registrare un forte stato di crisi dell’attività produttiva economica ed occupazionale dell’intera provincia con riflessi sull’attivita’ istituzionale della Questura ed in particolare quella volta a garantire l’ordine pubblico.
Sono state emanate dall’Ufficio di Gabinetto del Questore 1731 ordinanze per fronteggiare tutte le situazioni a rischio ed assicurare il regolare svolgimento di manifestazioni, competizioni sportive, vertenze occupazionali ed altro.
Con competenza e alta professionalità sono stati espletati numerosissimi servizi di O.P. dal personale della Questura di Latina e dei Commissariati di P.S., servizi che grazie alle capacità degli operatori non sono mai degenerati in situazioni di sensibile criticità per la collettività.
Si fa solo un breve cenno delle manifestazioni più importanti
8 gennaio, 23 febbraio, 28 giugno e 16 dicembre, manifestazione con corteo di mezzi agricoli organizzato dai Comitati Riuniti Agricoli a Latina;
22 aprile, manifestazione organizzata dallo stabilimento ex Findus a Formia;
16 settembre, Raduno nazionale Marini d’Italia a Gaeta
14 ottobre, raduno regionale degli Alpini a Latina;
14 novembre, manifestazione con corteo e mezzi agricoli organizzato dalla Coldiretti nel capoluogo;
23 novembre, manifestazione con corteo organizzato dal movimento No turbogas ad Aprilia.

Divisione Investigazioni Generali Operazioni Speciali
Numerose sono state le manifestazioni pubbliche di rilievo, che hanno visto impegnato l’ufficio Digos della provincia, legate alle svariate vertenze sindacali conseguenti alla crisi economica attuale o comunque alle strategie imprenditoriali delle tante aziende pontine che hanno intrapreso percorsi alternativi, cessando le proprie produzioni locali. Analogo impegno è stato profuso nel monitoraggio delle locali tifoserie calcistiche. Sono state comminate 4 sanzioni amministrative nei confronti di altrettanti tifosi locali per violazione del regolamento d’uso dell’impianto sportivo così come previsto dal DL 28/2003;una denuncia a piede libero per danneggiamento aggravato, rissa,lesioni, porto abusivo di Armi e strumenti atti ad offendere, a seguito di una manifestazione di “Ultras e Oltre” nella’area Fulgorcavi di B. Piave; il soggetto è stato anche segnalato per l’emissione della misura di prevenzione del D.A.SPO. E’ stato assicurato un continuo monitoraggio dell’attività dei movimenti dell’area antagonista e del fronte armato. A seguito dei disordini verificatisi nel corso della manifestazione nazionale svoltasi in data 15 ottobre 2011 a Roma, la Digos ha eseguito perquisizioni locali nei confronti di soggetti anarchici di questa provincia. Numerosi sono stati i controlli preventivi volti al monitoraggio di tutti quei centri di aggregazione di cittadini extracomunitari come phone center e internet point: su complessive 106 attività commerciali controllate sono stati identificati 320 cittadini extracomunitari e 2 attività sono state sanzionate amministrativamente. In tale contesto 12 stranieri sono stati espulsi per violazione delle norme sul soggiorno, 6 sono stati arrestati perché non ottemperanti al provvedimento di espulsione, 8 sono stati deferiti all’A.G. in stato di libertà sempre per violazione delle norme relative permanenza di cittadini extracomunitari sul territorio nazionale. Ad epilogo dell’attività info-investigativa opportunamente posta in essere da cui ha avuto origine l’operazione “Hotel India”, nello scorso mese di marzo, sono state deferite alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina complessivamente nr.29 persone tra stranieri ed italiani responsabili, in concorso tra loro ed a vario titolo, dei reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, false dichiarazioni e attestazioni a P.U., falsità materiale in atto pubblico, alterazione di atto pubblico, uso di atto falso, sostituzione di persona.

SEQUESTRI PATRIMONIALI ANTIMAFIA

Nell’anno 2011 personale della Divisione Polizia Anticrimine ha eseguito numerosi decreti di applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciali della P.S. a carico di alcuni personaggi gravitanti nell’ambito della criminalità locale emessi dal Tribunale – sezione Penale di Latina.

Marzo 2011 sequestro anticipato dei beni a DE ROSA VINCENZO abitante in Latina per un valore complessivo di 3 milioni di euro tra immobili, veicoli e conti correnti bancari

Marzo 2011 sequestro di tutti i beni intestati a CARDONE DOMENICO residente in Latina per un valore di sette milioni di euro tra appartamenti, negozi ,1 autorimessa, autovetture,quote societarie,conti correnti bancari, depositi di risparmio, certificati di deposito, investimenti assicurativi, polizze previdenziali

Giugno 2011 sequestro anticipato dei beni a carico di ANTONELLI ENZO, nato a Fondi, il 15.10.1963,ivi residente, per un valore di 600 mila euro di immobili.
Luglio 2011 sequestro dei beni a carico di TORSELLO Piero, nato a Alessano (LE) il 29.04.1968, residente in Cisterna di Latina, per un valore di circa 400mila euro, intestati al proposto, al coniuge e al figlio, e riguardanti immobili, terreni ed autovetture

Settembre 2011 sequestro dei beni alla Famiglia TROTTA e al loro socio in affari ROMANI Andrea. Le utilità, i beni mobili e immobili sequestrati nel complesso possono essere stimati per un valore di 3 milioni di euro

Successivamente, su proposta integrativa dell’ Ufficio a Trotta Stefano è stato effettuato il sequestro di ulteriori 12 vaglia postali per un importo nominale di Euro 900.000,00 e di n. 3 Immobili

Novembre 2011 sequestro anticipato dei beni a carico di BALDASCINI Matteo nato a Casal di Principe, di beni immobili,autovetture e motocicli.

RIEPILOGO DELLE CONFISCHE

Gennaio 2011 confisca di 2 ville e 3 autovetture in pregiudizio di CIARELLI LUIGI

Gennaio 2011 applicazione della sorveglianza speciale per anni cinque e confisca di 5 autovetture a carico di DI SILVIO COSTANTINO

Febbraio 2011, per DI SILVIO GIUSEPPE detto ROMOLO confisca di una autovettura Mercedes e applicazione della sorveglianza speciale per anni cinque.

Marzo 2011 misura della sorveglianza speciale della P.S. per anni cinque nei confronti di DI SILVIO CARMINE, e la confisca di un Terreno

Maggio 2011 a carico di DI SILVIO Costantino, classe 1982 è stata operata la confisca di una autovettura MERCEDES A 180 CDI

Luglio 2011 confisca di tutti i beni, già sequestrati nel maggio 2010 intestati a CIARELLI CARMINE . In particolare sono stati confiscati tutti i beni della famiglia di Ciarelli Antonio e dei suoi tre figli Luigi, Ferdinando e Carmine.
Nello stesso mese interviene anche la confisca di tutti i beni sequestrati in precedenza a CARDONE Domenico, nato a Napoli il 03.11.1966, residente in Latina

Settembre 2011, decreto di applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale della pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per la durata di anni tre, nei confronti di AMATO GENNARO, nato ad Afragola il 08.09.1965, pluripregiudicato, tossicopendente, residente in Cisterna di Latina e confisca di tutti i beni mobili ed immobili, già sottoposti a sequestro nel giugno 2010, per un valore di circa 800.00,00 euro.

Ottobre 2011, decreto di applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S.,con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per la durata di anni cinque a carico di DI SILVIO ARMANDO,detto “Lallà”
Confisca dei bei già sequestrati con decreto del 9 dicembre in pregiudizio della convivente DE ROSA SABINA

Novembre 2011 confisca di beni in pregiudizio di DI MAIO Salvatore per un valore di circa 25 milioni di euro.

Novembre 2011 confiscati beni per un valore di 600 mila euro nei confronti di ANTONELLI ENZO, nato a Fondi, il 15.10.1963

MISURE DI PREVENZIONE PROPOSTE ED INFLITTE NELL’ANNO 2011

PERSONE SOTTOPOSTE ALLA MISURA DI PREVENZIONE DELL’AVVISO ORALE: nr. 78

PERSONE NEI CUI CONFRONTI SONO STATI EMESSI PROVVEDIMENTI DI RIMPATRIO CON FVO: nr. 87

PERSONE NEI CUI CONFRONTI SONO STATI EMESSI PROVVEDIMENTI DI DIVIETO DI ACCESSO AGLI STADI (comprensivi dell’attività anche dei 5 Commissariati di P.S. Distaccati ): nr.10

AMMONIMENTI AI SENSI DELL’ART.8 D.L. nr.11 del 23.2.2009 cd. STALKING: nr.4

SORVEGLIANZE SPECIALE DELLA P.S.

PROPOSTE: nr.35

SQUADRA MOBILE

Numerose e di spessore sono le operazioni di polizia giudiziaria condotte con competenza e professionalità dalla Squadra Mobile e volte al contrasto alla criminalità comune ed organizzata dell’intera provincia.

In data 11.1.2011, a seguito del tentato omicidio del cittadino algerino ALLALI Rida, veniva rintracciato e sottoposto a fermo l’autore del delitto, il cittadino tunisino AWISHAWI Amara,
In data 25.1.2011 , al termine di mirate indagini, sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto i pregiudicati BIELATOWICZ Tomak, nato in Polonia in Italia S.f.d., e MASTINI Marco, nato a Roma in quanto ritenuti responsabili dei reati di rapina aggravata, violenza sessuale e lesioni ai danni di due prostitute straniere.

In data 1.2..2011 è stato emesso decreto di fermo di indiziato di delitto a carico di MARRONI Alex, PERUZZI Paolo, TOSELLI Gianfranco, ROMA Fabrizio, D’ANTONIO Francesco, e CIARAVINO Matteo, responsabili dell’omicidio di VACCARO Matteo

In data 4.2..2011 sono stati eseguiti nr. 9 provvedimenti restrittivi della libertà personale per traffico di sostanze stupefacenti.

In data 11.3.2011 , veniva data esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di PACETTI Giovanni, accusato di tentata estorsione nei confronti del titolare di un Hotel di Latina.

In data 19.3.2011 sono state arrestate tre cittadine rumene PAVEL Georgiana, STOICA Mindra, e GREC Cistina, accusate di rapina, sequestro di persona, lesioni e minacce nei confronti di connazionali al fine di indurle a ritrattare accuse nei loro confronti e di loro complici nell’attività di sfruttamento della prostituzione.

In data 28.3.2011, è stato arrestato un cittadino Rumeno UNGUREANU Anghel,. con l’accusa di rapina, sequestro di persona, lesioni e minacce nei confronti di altre cittadine rumene al fine di indurle a ritrattare accuse nei loro confronti e di loro complici nell’attività di sfruttamento della prostituzione.

In data 12.4.2011 , è stato tratto in arresto DAMIAN Marius Constantin per i reati di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

In data 17 aprile 2011 veniva effettuato fermo dei pregiudicati GIORGI Marco, PEZZULO Michele e CAVALLARO Massimo ritenuti responsabili di sequestro di persona, lesioni, rapina e tentata estorsione nei confronti di due giovani, avvenuto il 16 aprile a Cisterna di Latina .

In data 6.5.2011 veniva ad individuato l’abitazione in Latina ove si rifugiava il cittadino rumeno OANA Florin, colpito da mandato di arresto europeo del 14.6.2010 per il reato di tentato omicidio.

In data 14.5.2011, è stato tratto in arresto MARRA Ludovico, ritenuto responsabile dei reati di violenza sessuale aggravata nei confronti della figliastra Elisa.

In data 19.5.2011, è stato eseguito fermo di indiziato di delitto dei cittadini Rumenti TICSA Adrian, MIHAILIUC Cezar Marcel, e BOTEZATU Yon, per tentato omicidio.

In data 23.5.2011, nell’ambito di una complessa attività investigativa coordinata dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato sono state tratti in arresto 7 esponenti dei clan Ciarelli – Di Silvio per reati di tentato omicidio, porto e detenzione illegale di armi da sparo, danneggiamento, incendio e minacce gravi.

In data 16.6.2011, è stato arrestato PRADISSITTO Andrea ritenuto responsabile dei reati di spaccio di sostanza stupefacente ed estorsione.

In data 23.6.2011, è stata data esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico di CIARELLI Carmine, CIARELLI Pasquale, CIARELLI Ferdinando, e IZZO Monia, per i reati di spaccio di stupefacenti , estorsione, lesioni e minacce gravi.

In data 16.7.2011, è stata data esecuzione di ordinanza restrittiva della libertà personale a carico DI SILVIO Giuseppe, PRADISSITTO Andrea, GRENGA Simone e FALZARANO Vincenzo, ritenuti responsabili dei reati di porto e detenzione illegale di armi e munizioni.

In data 21 luglio 2011, sono stati tratti in arresto 4 cittadini del Bangladesh responsabili dei reati di rapina aggravata, estorsione e lesioni.

In data 27.7.2011, è stato arrestato a Pescara MENTONE Vincenzo e altri 3 suoi complici trovati in possesso di Kg. 30 di hashish.

In data 27 agosto 2011, veniva arrestato un cittadino tunisino colpito da ordine di carcerazione per traffico di sostanze stupefacenti.

In data 29 agosto 2011 veniva arrestato un cittadino tunisino con l’accusa di spaccio di sostanza stupefacente e di aver cagionato la morte di PALOMBELLI Luigi il cui corpo era stato rinvenuto all’interno di un bagno del locale Ospedale Civile
In data 22 settembre 2011, con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina è stato tratto in arresto MASSARELLI Marco.

In data 29 settembre 2011, sono stati tratti in arresto BARTOLOMEI Massimo, CARROCCIA Nico, PALLOZZI Tonino, CARNEVALE Giuseppe r4sponsabili dell’esplosione di alcuni colpi di pistola sull’auto dell’Isp. C. Natissi Pasquale

In data 23 settembre 2011, sono stati arrestati un cittadino rumeno ed un minore italiano responsabili della rapina alla farmacia Morbella.

In data 10.10.2011, venivano denunciati per riciclaggio di autoveicoli un italiano e 4 rumeni

In data 11 ottobre 2011, è stato tratto in arresto LUDOVISI Massimo, colpito da ordine provvisorio di arresto Europeo emesso dalle Autorità Spagnole ritenuto responsabile dei reati di traffico di sostanza stupefacente e di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e al riciclaggio di denaro provento di reato.

In data 17 ottobre 2011 è stato arrestato HARRADA Amine colpito da Mandato di Arresto Europeo emesso dalle autorità francesi, responsabile dei reati di riciclaggio di autovetture rubate, falsificazione di documenti, furto, nonché traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

In data 20 ottobre 2011, nell’ambito dell’operazione denominata “aquila reale” è stata eseguita ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di DELLE CAVE Gennaro Antonio per concorso esterno in associazione camorristica al clan MALLARDO con il sequestro preventivo di quote societarie, beni aziendali, rapporti finanziari, beni immobili, autoveicoli e motocicli

In data 1 novembre 2011, a seguito di un accoltellamento di un cittadino tunisino è stato rintracciato il responsabile dell’omicidio anch’esso tunisino in Italia senza fissa dimora.

In data 02 novembre 2011, veniva arrestato con ordinanza di custodia cautelare in carcere MASTRACCI Gianfranco per detenzione illegale di pistola

In data 14.12.2011, sono stati tratti in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, tre cittadini bulgari per sfruttamento e induzione alla prostituzione di ragazze minorenni.

COMPLESSIVAMENTE NELL’ANNO 2011 LA SQUADRA MOBILE HA EFFETTUATO: 135 ARRESTI E 21 FERMI DI INDIZIATO DI DELITTO.

SONO STATE DENUNCIATE A PIEDE LIBERO 180 PERSONE E SONO STATE ESEGUITE 166 PERQUISIZIONI.

ATTIVITA’ DEI 5 COMMISSARIATI DI P.S. DISTACCATI

COMMISSARIATO DI P.S. DI FORMIA

L’attività del Commissariato di P.S. (sede 113) oltre che nell’ambito del comune di Formia e’ svolta anche in Minturno, SS. Cosma e Damiano, Castelforte, Spigno Saturnia, Ponza e Ventotene estendendosi lungo gran parte del sud pontino fino al confine con la regione Campania e la provincia di Frosinone.
Tra le più significative operazioni di P.G. concluse nell’anno 2011, si rammentano

Nel mese di febbraio sono state tratte in arresto 4 persone perché resesi responsabili di rapina in concorso.
A marzo è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario CALIMAN Carlo Emanuele responsabile di aver ucciso la compagna;
Nel mese di aprile è finito in carcere per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti BALSANO Fabio.
Quattro tifosi sono stati denunciati nel mese di maggio in stato di libertà per violazione all’Ordinanza D.A.SPO.
A giugno due uomini della provincia di Napoli sono stati denunciati per sequestro di persona e rapina aggravata ed un giovane di Sabaudia è stato arrestato per il reato di stalking.
Nel mese di agosto è stato arrestato per il reato di tentato omicidio DI NARDI Antonio.

ATTIVITA’ COMPLESSIVA DEL COMMISSARIATO DI P.S.

persone arrestate………………………………………….. nr. 58;
persone denunziate in stato di libertà …………… nr. 71;
persone identificate ……………………………………… nr. 6265;
automezzi controllati……………………………………… nr. 4031;
persone rimpatriate con F. di V.O. …………………… nr. 42;
persone sottoposte a misure di prevenzione dell’ avviso orale” nr. 8;
richiesta intervento socc. pubblico “113” …………….nr.1890;
esercizi pubblici controllati………………………………nr. 105;
sanzioni amministrative comminate ad esercizi pubblici…nr. 31.

COMMISSARIATO DI P.S. DI CISTERNA DI LATINA

Operazioni concluse di maggior rilievo:
Nel mese di febbraio, veniva arrestato TUCCILLO Antonio, per il reato di estorsione ai danni del titolare di un’officina meccanica.
Nel mese di settembre, il Tribunale di Latina ha disposto la confisca dei beni, oltre alla Sorveglianza Speciale di P.S. per anni tre, a carico del pluripregiudicato AMATO Gennaro, originario di Afragola e residente a Cisterna, indagato nelle indagini a livello provinciale inerenti il traffico di sostanze stupefacenti: la Misura di Prevenzione Personale e Patrimoniale era stata richiesta dal Commissatiato di P.S. nel corso del 2010 ed aveva riguardato beni mobili ed immobili (due ville, tre autovetture, un terreno e conti correnti) per un valore pari a circa un milione di euro.
Nel mese di ottobre veniva arrestato in flagranza di reato DI GIACOMO Alfredo, pregiudicato residente ad Ardea, per tentato omicidio in danno di due suoi familiari presso la loro abitazione nel quartiere Sant’Ilario: l’intervento della volante impediva il verificarsi della tragedia, atteso che nel frattempo un’anziana zia del reo era stata brutalmente picchiata.
Nell’ambito di attività d’indagine tuttora in atto coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina tesa a contrastare il fenomeno della prostituzione su strada (in particolare lungo la S.S. Pontina) e svolta unitamente alla Squadra Mobile, nel mese di marzo sono state sottoposte a fermo di indiziato di delitto due cittadine rumene accusate di tentata estorsione ai danni di alcune prostitute dell’est europeo, e nel mese di luglio sono stati arrestati sulla base di ordinanza di custodia cautelare in carcere tre cittadini bulgari, accusati di induzione favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione nonché di tentata estorsione e minacce.
Gli arresti complessivamente operati dall’Ufficio sono stati 35 e 150 sono state le persone deferite in stato di libertà.
COMMISSARIATO DI P.S. DI FONDI

Operazioni concluse di maggior rilievo:

Nel mese di gennaio veniva eseguita Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere nei confronti di un napoletano per la rapina perpetrata in danno della Banca Popolare del Lazio agenzia di Fondi.
Nel mese di maggio con ordinanze di custodia cautelare venivano assicurati alla giustizia tre giovani fondani responsabili di rapina nei confronti di noto commerciante di Fondi.
A giugno è stato arrestato FIORILLO Bruno ed il figlio FIORILLO Antonio responsabili del reato di usura nei confronti di commercianti gravitanti nel mercato ittico terracinese. Contestualmente sono stati sequestrati a carico delle persone arrestate e alle società a loro riconducibili beni mobili e immobili, conti correnti e contanti per un valore stimato di 21 milioni di euro.
Il 29 settembre sono stati eseguiti quattro ordini di custodia cautelare in carcere nei confronti di CARROCCIA Nico, PALLOZZI Tonino, BARTOLOMEI Massimo e CARNEVALE Giuseppe ritenuti responsabili di un grave atto intimidatorio in danno dell’Ispettore Superiore NATISSI Pasquale addetto alla Squadra di P.G. del Commissariato

ATTIVITA’ COMPLESSIVA DEL COMMISSARIATO DI P.S.

Persone tratte in arresto N. 38
Persone denunciate in stato di libertà N.149
Persone controllate N. 3815
Veicoli controllati N. 2653
Contestazioni al codice della Strada elevate N. 236
Perquisizioni eseguite N.121

Nell’ambito delle misure di prevenzione:

Persone sottoposte alla Sorveglianza Speciale N. 14
Foglio di Via Obbligatorio N.6

Polizia Amministrativa:

Controlli effettuati N.83
Contravvenzioni contestate N.10
Controlli Internet Point N.16
Denunce di infortunio sul lavoro N. 237
Deleghe A.G. a seguito di denunce di infortunio sul lavoro N. 9
Autorizzazioni al porto d’armi rilasciate/rinnovate N.420

Ufficio Immigrazione:

Stranieri denunciati a vario titolo N.16
Stranieri accompagnati alla frontiera o centri permanenti N.5
Stranieri ai quali è intimato di lasciare il territorio nazionale N.23
Stranieri arrestati N.2

COMMISSARIATO DI P.S. DI GAETA

Queste – in sintesi – sono le operazioni concluse di maggior rilievo:

Nel mese di marzo, al termine di articolate indagini, espletate mediante appostamenti, veniva tratto in arresto CANCELLIERE Cesare, casertano, residente in Gaeta, nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.
Nel mese di aprile, nel corso dell’attività di indagine conseguente ad una denuncia per atti persecutori, veniva tratto in arresto SASSO Corrado, di Gaeta, nella flagranza del medesimo reato.
Nello stesso mese di aprile, al termine di articolate indagini, espletate mediante appostamenti notturni, che consentivano di pervenire all’identificazione del responsabile di tutta una serie di incendi di autovetture avvenuti nei mesi precedenti, veniva tratta in arresto NELLI Anna Rita, nata e residente a Gaeta.
Gli arresti complessivamente operati dall’ Ufficio sono stati 20, mentre 95 sono state le persone deferite in stato di libertà.

RIEPILOGO DEI DATI DELL’ ATTIVITA’ SVOLTA DALL’ UFFICIO
DAL 01.01.2011 AL 30.11.2011

Persone arrestate
20
Persone denunciate all’ A.G.
95
Persone denunciate all’ A.M.
4
Persone identificate
10409
Extracomunitari controllati
160
Esercizi pubblici controllati
50
Esercizi pubblici contravv.ti
33
Posti di controllo
1089
Documenti ritirati
23
Contravvenzioni c.d.s.
207
Veicoli controllati
6879
Veicoli sequestrati
19
Perquisizioni art. 4 L. 152/75
63
Perquisizioni art. 41 T.U.L.P.S.
9
Perquisizioni art. 103 T.U.L.S.
8
Controlli ARDOM
1377

COMMISSARIATO DI P.S. TERRACINA
Operazioni concluse di maggior rilievo:

Nel corso del 2011 il Commissariato P.S. ha tratto in arresto nr. 22 persone, ne ha denunciate 105, ha controllato su strada nr. 7.765 persone e nr. 5.234 veicoli elevando nr. 305 verbali di contravvenzione al C.d.S.; ha effettuato nr. 105 perquisizioni d’iniziativa e nr.139 controlli a sorvegliati speciali, irrogando nr. 12 Fogli di Via Obbligatori.
Tra gli episodi di maggior rilievo va segnalato il fermo di p.g. operato a carico di un trentenne marocchino, pluripregiudicato, resosi responsabile in data 17 febbraio ‘11 della tentata rapina all’interno di un bar in danno di un avventore.
In data 7 marzo 2011 personale del Commissariato procedeva all’arresto per rapina consumata una trentacinquenne terracinese pluripregiudicata, la quale dopo esser entrata furtivamente in un’abitazione per compiere un furto, vistasi scoperta dall’anziano proprietario, lo aggrediva e lo minacciava con un coltello alla gola.
In data 3 marzo 2011, a seguito di attività investigativa supportata dai positivi rilievi di polizia scientifica si eseguiva la misura cautelare in carcere di un cittadino rumeno resosi responsabile, il precedente 18 gennaio, di una rapina consumata in danno di una tabaccheria.
In data 24 maggio 2011, a seguito di attività investigativa che consentiva di attivare adeguata fonte confidenziale, veniva tratto in arresto presso lo scalo aereo internazionale di Fiumicino un cinquantenne terracinese il quale due anni prima era evaso dagli arresti domiciliari rifugiandosi in Spagna.

GABINETTO PROVINCIALE DI POLIZIA SCIENTIFICA

Interventi della Polizia Scientifica svolti i nel corso dell’anno 2011:
nr. 180 interventi per sopralluogo tecnico (rapina, furto, tentato furto, incendi, tentati omicidi ecc.);
nr. 820 foto-segnalamenti ordinari( richiesti dalla Sq.Mobile, U.P.G.S.P. e enti esterni quali Guardia di Finanza, Vigili Urbani e Guardia Forestale);
1033 foto-segnalamenti per richiedenti il permesso di soggiorno;
1986 inserimenti nel sistema AFIS;
5 identificazioni di autori di reato con impronte rinvenute in sede di sopralluogo.
Da parte del personale Posti di Segnalamento e Documentazione di Formia-Fondi-Terracina e Cisterna, sono stati effettuati :
148 interventi di sopralluoghi;
460 foto-segnalamenti ordinari
1149 foto-segnalamenti per richiedenti il permesso di soggiorno

POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE

ATTIVITA’ DI CONTROLLO
Controlli pubblici esercizi nr.69
Controlli agenzia raccolta scommesse nr.15
Controlli Internet Point e Phone Center nr.81
Controlli Istituti di Vigilanza nr.2
Esecuzione provvedimenti cessazione attività raccolta scommesse nr.17
Provvedimenti sospensione ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S. nr.6
Provvedimenti sospensione ai sensi dell’art. 110 del T.U.L.P.S. nr.1
Persone denunciate all’A.G. nr.4
Denunce infortunio sul lavoro e/o conseguenti deleghe dell’A.G. nr.6130
Sanzioni amministrative contestate per un importo complessivo di € 4500

ATTIVITA’ PROVVEDIMENTALE
Rilascio licenze/autorizzazioni ex T.U.L.P.S nr.191
Rilascio licenze accensione fuochi artificiali e N.O. esplosivo nr.62
Provvedimenti diniego/cessazione attività raccolta scommesse nr.13
Provvedimenti diniego/cessazione attività Internet Point nr.18

IN MATERIA DI ARMI
Autorizzazioni per porto d’armi rilasciate/rinnovate nr.960
Autorizzazioni per porto d’armi nr.140
Proposte di divieto detenzione armi al Prefetto nr.93

ATTIVITA’ PROVVEDIMENTALE
Decreti di diniego istanza rilascio licenze di porto di fucile uso caccia nr. 2
Decreti di diniego istanza di rinnovo di licenze per uso tiro a volo nr. 37
Decreti di diniego istanza di rinnovo di licenze di porto di fucile per uso caccia nr. 15
Decreti di diniego istanza di rinnovo di licenze di porto di fucile per uso tiro a volo nr. 5
Decreti di sospensione di licenza P.A. uso caccia nr 39
Decreti di sospensione di licenza uso tiro a volo nr. 21
Decreti di revoca di licenze p.a. uso caccia nr. 16
Decreti di revoca di licenze p.a uso tiro a volo nr. 9
Proposte per divieto di detenzione di armi e munizioni ex art. 39 T.U.L.P.S. nr. 73
Decreti per restituzione licenze sospese nr. 7
RILASCIO TITOLI DI ESPATRIO
Pratiche passaporti trattate ed evase (rilasci, rinnovi, N.O.) nr.11413
Lasciapassare per minori nr.2200

UFFICIO IMMIGRAZIONE

Si riportano di seguito i dati dell’attività dell’ufficio comprensivi dei carichi di lavoro attribuiti anche al personale che tratta questa materia presso i 5 Commissariati di P.S. distaccati:
nr. 402 cittadini extracomunitari trattati dalla sezione espulsioni di cui nr. 189 espulsi e 37 trattenuti presso C.I.E.
nr. 63 cittadini comunitari allontanati di cui 9 tradotti in Romania.
Lo scorso anno furono emanati solamente 4 provvedimenti di allontanamento a carico di cittadini comunitari.
Sono stati emessi e sono ancora in corso di validità 17.360 titoli di soggiorno, 3.000 carte minori attribuite ai figli minori degli anni quattordici a carico di stranieri presenti sul territorio, e 2.160 carte di soggiorno a tempo indeterminato.
Riguardo alla tipologia di soggiorno richiesto, è sempre maggiore, in riferimento al passato, il numero di richieste per motivi familiari.
L’ufficio, inoltre, ha avviato 130 provvedimenti volti al rifiuto o alla revoca di permesso di soggiorno, ed ha decretato 200 pratiche di diniego.
Il carico di lavoro dei rifugiati politici nell’anno in corso ha subito un forte incremento alla luce anche dell’emergenza profughi provenienti dal Nord Africa.
Tale emergenza ha determinato la trattazione di circa 300 pratiche per le richieste di riconoscimento dello status di rifugiato politico nonché per rilascio e/o rinnovo di soggiorni per motivi umanitari.
Sono stati analizzati e rilasciati ben 19.000 nulla-osta per lavoro subordinato e per ricongiungimenti, trasmessi poi allo Sportello unico per l’Immigrazione per il seguito di sua competenza nell’ambito dello specifico procedimento.
Sono state circa 435 le pratiche di cittadinanza trattate ed evase dall’Ufficio immigrazione.
Gli stranieri più numerosi sul territorio provinciale sono di cittadinanza indiana e per lo più dediti all’agricoltura, seguiti da Ucraini albanesi e marocchini.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social