APRILIA, PIANI LOCALI E URBANI DI SVILUPPO: ALLA SECONDA FASE LA CANDIDATURA PER L’ACCESSO AI FONDI EUROPEI

Il Comune di Aprilia fa parte dei sedici Comuni della Regione Lazio ammessi alla seconda fase di selezione dei Piani Locali ed Urbani di Sviluppo, finanziati attraverso l’accesso ai fondi europei del Por Fesr (Asse V). La comunicazione è arrivata questa mattina direttamente dall’assessorato regionale al Bilancio, in seguito alla pubblicazione della graduatoria delle ammissioni: il progetto “Aprilia Innova”, elaborato dallo Sportello Europa in collaborazione con gli uffici dei settori comunali competenti, è ottavo nella graduatoria dei progetti per la rivitalizzazione del tessuto urbano sotto il profilo economico, sociale ed ambientale.

Per gli uffici comunali si apre ora una fase relativamente breve e molto delicata, quella di elaborazione della candidatura definitiva e dettagliata del piano di interventi per la realizzazione del quale si chiede l’accesso ai fondi europei. Il dossier definitivo di candidatura, per le cui spese di realizzazione la Regione ha stanziato in favore del Comune di Aprilia la somma di 15 mila euro, dovrà obbligatoriamente essere trasmesso entro il prossimo 20 febbraio.

Le strategie di recupero urbano messe in campo dalla pubblica amministrazione si concentrano in particolar modo sui servizi alla persona, con l’obiettivo di affrontare e risolvere le principali cause di esclusione sociale di alcune fasce più deboli di popolazione (disoccupati, immigrati, giovani, anziani, disabili). Il progetto preliminare con il quale il Comune di Aprilia ha presentato la sua candidatura manifestava ed evidenziava il considerevole aumento di domanda di servizi socio-assistenziali, anche in relazione alla carenza di servizi che contribuiscono a migliorare la qualità di vita dei cittadini (la mancanza di un asilo nido comunale, la crescente domanda di assistenza domiciliare, la necessità di incrementare la mobilità sostenibile) e ad incrementare i servizi volti a favorire la ricollocazione nel mercato del lavoro di soggetti deboli.

Le risposte che il Comune di Aprilia vuole porre in essere e per questo ha presentato la propria candidatura per l’accesso ai fondi europei riguardano progetti per la mobilità (car sharing, bike sharing, realizzazione di piste ciclabili, percorsi di pedibus e iniziative di educazione ambientale), interventi strutturali per il palazzo di vetro di piazza dei Bersaglieri e il sito dismesso ex Claudia, interventi sociali per il potenziamento dei servizi offerti dal Giardino dei Sorrisi (Multiservizi), percorsi formativi per disoccupati, banco alimentare, mercato contadino a km. zero, interventi infrastrutturali per una rete wireless ad uso collettivo.

“Qualora la candidatura del Comune di Aprilia andasse in porto definitivamente – ha commentato il sindaco Domenico D’Alessio – si tratterebbe di un finanziamento comunitario considerevole, attentamente disciplinato e da documentare con interventi strutturali determinanti per la città di Aprilia. La ricaduta sociale sul territorio sarebbe rilevantissima. Sappiamo che la strada per l’accesso ai fondi è difficile, ma oggi abbiamo due conferme: che istituendo lo Sportello Europa l’amministrazione si è dotata di uno strumento fondamentale per il reperimento di finanziamenti pubblici dagli enti superiori e per il coordinamento dei vari settori comunali nell’elaborazione delle progettualità da mettere in campo; che la linea politica scelta, quella dell’inclusione sociale e degli interventi a sostegno di chi è in condizioni di difficoltà, è quella giusta”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }